Gallarate ricorda Luigi Cortile, il doganiere buono di Clivio

Martedì 29 gennaio, in Sala consiliare, in occasione della Giornata della memoria sarà presentato il libro di Gerardo Severino dedicato alla figura dell'eroico maresciallo della Guardia di finanza

luigi cortile guardia di finanza clivio

L’Amministrazione comunale di Gallarate  celebra la Giornata della Memoria martedì 29 gennaio alle 21 in sala consiliare, in largo Camussi 5.

Il programma prevede la presentazione di “Luigi Cortile. Il buon doganiere di Clivio”. Interverrà l’autore del libro, Gerardo Severino, direttore del Museo storico della Guardia di Finanza.

Il maresciallo maggiore Luigi Cortile, al quale è intitolata la nuova caserma della GdF di Gallarate, è un eroe della Resistenza. Arrestato dai tedeschi l’11 agosto del 1944 con l’accusa di avere aiutato migliaia di cittadini che desideravano espatriare clandestinamente in Svizzera per sfuggire alla caccia dei nazifascisti, il 20 novembre viene trasferito al campo di concentramento di Mauthausen dove muore il 9 gennaio del 1945.

Nel giugno del 2016 gli viene conferita la Medaglia d’oro al Merito civile con la seguente motivazione: “Nel corso dell’ultimo conflitto mondiale si prodigava, con eccezionale coraggio ed encomiabile abnegazione, in favore dei profughi ebrei e dei perseguitati politici, aiutandoli ad espatriare clandestinamente nella vicina Svizzera. Arrestato dai nazifascisti veniva infine trasferito in Austria, perdendo la vita in un campo di concentramento. Mirabile esempio di altissima dignità morale e di generoso spirito di sacrificio ed umana solidarietà”.

Il libro di Severino ne ripercorre la storia, raccontandone il sacrificio a favore di uomini, donne, anziani e bambini che salvò mettendo a repentaglio la propria vita.

L’ingresso alla serata è gratuito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore