Varese News

Giornata del pensiero, “fratellini e sorelline” scout puliscono le vie della città

Per il Thinking day gli scout dell’Agesci Busto Arsizio 3 hanno ripulito via Aquile Randagie, strada dedicata a quegli scout che durante il fascismo continuarono clandestinamente la loro attività

Avarie

La prima domenica dopo il 22 febbraio, data di nascita di Lord Robert Baden Powell, fondatore dello scoutismo, tutti gli scout del mondo festeggiano il “Thinking day” o “Giornata del pensiero”. L’iniziativa nasce dal ramo femminile del movimento, il WAGGGS, ovvero l’organizzazione mondiale delle guide scout. In questo giorno ancor più del solito castorini e castorine, lupetti e lupette, esploratori e guide, rover e scolte (ovvero i ragazzi e le ragazze nelle varie fasce d’età) si adoperano con buone azioni sul loro territorio.

Oltre al servizio vengono svolte attività di gioco e riflessione su un tema comune che quest’anno era la “leadership”, soprattutto per quanto riguarda le donne nel mondo. Attraverso il gioco bambine e bambini hanno aiutato anche a pulire dall’immondizia un piccolo pezzo di città vicino alla loro sede.

L’iniziativa è stata diffusa a livello mondiale attraverso gli hashtag #TimeToLead e #WTD2019. Nella foto alcuni lupette e lupetti dell’Agesci Busto Arsizio 3 ripuliscono via Aquile Randagie, la strada dedicata a quegli scout che, durante il fascismo, continuarono clandestinamente la loro attività
soppressa dal regime.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore