Una notte a scuola per dormire tra i dinosauri

Cinquanta alunni della scuola Parini hanno trascorso la notte a scuola insieme alle ricostruzioni di grandezza naturale realizzate da Pietro Fanchin

dinosauro cartonato

Una notte al museo, anzi a scuola, tra dinosauri e vulcani. È l’esperienza che 50 alunni della primaria Parini di Cassano Magnago hanno vissuto la notte scorsa.

Insieme alle maestre Caterina, Rossana, Lucia, Silvana e Marta  e alle collaboratrici, Carmela e Antonella, sono stati protagonisti di un’esperienza giurassica, assistiti dal “nonno paleontologo” il signor Pietro Fanchin, 76 anni, appassionato di fossili, uno dei ricercatori del Monte Orsa, sito dove sono stati ritrovati i fossili di ossa appena certificate come Saltriosauro.

Da sempre, nonno Pietro, quando uno dei nipoti arriva in terza elementare e studia le prime ere della terra, porta a scuola la sua raccolta di riproduzioni a grandezza naturale degli animali preistorici.

Per la prima volta, però, la scuola si è trasformata proprio nell’ambiente primitivo. L’idea delle maestre, approvata dalla dirigente Annalisa Vagner, ha riscosso immediatamente l’entusiasmo degli alunni e l’appoggio dei genitori.

I bambini, una volta accolti dalle maestre, insieme a nonno Pietro hanno prima allestito l’ambiente con foglie, uova e dinosauri. Poi hanno guardato un video che li ha trasportati nel Giurassico, quindi sono usciti in giardino per assistere all’eruzione del vulcano, sempre realizzato da nonno Pietro, che ha simulato l’attività eruttiva molto diffusa in quell’epoca.

La notte è, quindi, trascorsa nei propri sacchi a pelo, adagiati tra un dinosauro e l’altro. Poi, appena svegli, hanno partecipato alla colazione del vero “uomo primitivo” prima di far rientro nelle proprie case con un ricordo indelebile: una notte fuori casa, trasportati nel passato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore