Varese News

Variante al Pgt, anche la Lega dice che si va avanti

Il presidente della commissione territorio Canziani respinge i dubbi della minoranza sul Bilancio Ecologico: "Non freneranno l’attività amministrativa"

Corrado Canziani

La Variante al Pgt va avanti. Lo garantisce anche la Lega, che fa quadrato sul provvedimento urbanistico, che modifica il Pgt in vigore. Una risposta – dopo quella dell’assessore Petrone – ai dubbi di Pd e Città è Vita, che dicono che la Variante ha un bilancio ecologico negativo e che quindi è incompatibile con la “Legge contro il consumo di suolo” di Regione Lombardia.

Nessun dubbio, assicura anche la Lega, per bocca di Corrado Canziani. Anzi: arriva anche la conferma del calendario definito: “Il Presidente della Commissione Pianificazione Territoriale (Urbanistica e Ambiente) Corrado Canziani conferma lo svolgimento della prossima commissione convocata per mercoledì 20 febbraio 2019 ore 18.00 presso la Sala Commissioni di Palazzo Borghi, avente come oggetto principale l’illustrazione della proposta di deliberazione inerente la Seconda Variante al Piano di Governo del Territorio”.

«Di certo le esternazioni che ho potuto leggere sulla stampa non freneranno l’attività amministrativa perché tutto l’operato si è svolto nel pieno rispetto delle normative vigenti, anche a seguito di reiterati approfondimenti e di confronto con gli enti di livello superiore, come Regione e Provincia» dice lo stesso Canziani. Garanzie che si aggiungono all’analisi dei funzionari già citata dall’assessore Petrone. «Di certo la linea di indirizzo che questa amministrazione nella sua totalità sta seguendo ma rivendicata in particolare del gruppo politico di cui è espressione il Sindaco (Lega) è quella del consumo zero del suolo, senza che si possa costruire su un solo fazzoletto di terra in più. Si stanno semplicemente mantenendo le indicazioni del programma elettorale seguendo i passaggi di legge necessari».

«Rivendichiamo infatti questa prerogativa come una scelta amministrativa ben specifica. Dalla lettura del rapporto ambientale si evince infatti che Il bilancio ecologico è positivo con un ritorno ad agricolo di 434.666 metri quadri rispetto al Pgt vigente al momento di approvazione della Legge Regionale 31/2014».
A dire il vero è proprio questo il punto: i 434mila metri quadri in riduzione sono riferiti al Pgt del 2011, che secondo il centrodestra era quello in vigore al 2 dicembre 2014. Secondo il centrosinistra invece il Pgt in vigore era già quello modificato con la Variante del 2014 (adottata nella notte precedente e confermata poi dal Tar, dopo ricorsi di privati) e che quindi l’attuale Variante non riduca il consumo di suolo ma lo aumenti (e sarebbe quindi incompatibile con la Legge 31/2014).

Comunque: il centrodestra è pienamente convinto che il Pgt allora vigente era quello del 2011, quindi andrà avanti. Convinto che la Variante sia positiva perché – tra l’altro, ricorda Canziani – prevede «incentivi volumetrici volti alla rigenerazione del tessuto urbano consolidato», «riqualificazione degli ambiti dismessi», sostegno agli «Esercizi di Vicinato […] il cui insediamento è ammesso in tutte le zone urbanizzate e urbanizzabili del territorio comunale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore