170 mila euro per aiutare gli anziani a difendersi dalle truffe

Dalla Regione un bando per ottenere finanziamenti ad iniziative comunali di contrasto al fenomeno delle truffe agli anziani

carabinieri truffa anziana

Uno stanziamento di 170.000 euro per la prevenzione ed il contrasto dei reati contro la popolazione anziana. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato.

PER ADERIRE A BANDO – La misura è riservata ai Comuni con popolazione superiore a 30.000 abitanti. “Lo scorso mese – ha dichiarato De Corato – ho inviato una lettera ai 39 comuni lombardi, per segnalare loro l’opportunità di aderire alla proposta di sviluppare interventi a favore della popolazione anziana, in particolare, in contrasto alle truffe”.

STANZIAMENTI PER 2019 e 2020- Per la realizzazione dei progetti sono stati stanziati 170.000 euro da assegnare in parti uguali ai Comuni che sottoscriveranno l’accordo: 70.000 euro per il 2019 e 100.000 euro per l’anno 2020.

REGIONE ATTENTA A TEMATICA – “La Regione Lombardia – ha aggiunto l’assessore regionale alla Sicurezza – è attenta ai reati a danno della popolazione anziana. Dal 2015, grazie all’articolo 8 della legge regionale 17, promuove e sostiene iniziative formative, informative e culturali, nonché interventi di assistenza di tipo materiale e di assistenza psicologica, utili a prevenire e a contrastare i reati che colpiscono la popolazione anziana”.

COFINANZIAMENTO PER PREVENZIONE E CONTRASTO – Il contributo della Regione coprirà sino all’80% del costo del singolo progetto per: stipulare accordi di collaborazione per iniziative formative, informative e culturali; attuare interventi di assistenza di tipo materiale e psicologica; fornitura di materiali divulgativi; prestazioni del personale esterno al Comune e per l’assistenza di tipo materiale e psicologica alle vittime di reati”

TRUFFE TELEFONICHE, BUSINESS INTERNAZIONALE – “Le truffe agli anziani – ha concluso De Corato – sono tra i reati più subdoli che si possano immaginare. Ormai esistono addirittura vere e proprie organizzazioni internazionali specializzate in questo reato. Nel 2017 il procuratore di Milano, Riccardo Targetti, ha sgominato una banda di truffatori che aveva organizzato un call center in Polonia dal quale venivano contattati telefonicamente
gli anziani per truffarli. Dalla quell’indagine emerse un business a livello Europeo di decine di milioni”.

ADESIONI – Al momento sono 24 i Comuni lombardi che hanno aderito alla proposta. In provincia di Varese lo hanno fatto Busto Arsizio e Gallarate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore