Cina e beach volley: si amplia l’orizzonte della Uyba

Prima della finale di CEV vinta dalle Farfalle il presidente Pirola ha illustrato i progetti biancorossi per la prossima estate

pallavolo uyba giuseppe pirola

Poche ore prima dell’inizio della finale di CEV Cup poi vinta dalla UYBA, il presidente biancorosso Giuseppe Pirola ha voluto annunciare la partecipazione – per la prima volta nella sua storia – della squadra di Busto al Lega Volley Summer Tour 2019. E allo stesso tempo presentare ufficialmente il capitano della nascente formazione, il libero cinese Wang Si Min, che con la sua presenza in Italia, segna anche l’inizio di una nuova partnership tra Italia e Cina nel mondo della pallavolo.

Il giovane libero, classe 1997, arriva dal Beijing BAIC Motors Club femminile, ha giocato per la nazionale cinese ed è alla sua prima esperienza internazionale ma ha molta voglia di poter dimostrare le sue capacità e mettersi a disposizione della sua nuova squadra: “Sono molto onorata di essere il capitano della Unet E-Work. Per me questa sarà un’esperienza meravigliosa e non vedo l’ora che tutto abbia inizio. Voglio essere un elemento a disposizione della squadra per cercare di creare il maggior numero di occasioni di attacco per le mie compagne (la squadra è ancora da comporre ndr), affinché possano esaltare le loro grandi doti tecniche, visto che il mio apporto a rete sarà limitato”.

Molto soddisfatto il presidente Pirola, che spiega anche la scelta di iscrivere una squadra al torneo di beach volley: “Il campionato di serie A è piuttosto corto e questo è un elemento che non fa bene agli sponsor, che possono quindi godere di un periodo più limitato di visibilità in un movimento che invece sta riscontrando sempre maggiore successo di pubblico. Con il Presidente della Lega italiana pallavolo femminile Mauro Fabris, da tempo stiamo ragionando sulla possibilità di trovare un accordo con la Federazione Internazionale, per estendere la durata del campionato (oggi limitata a sei mesi per dare spazio alle nazionali) ma fino a che questo non sarà possibile, abbiamo deciso di costruire la nostra prima squadra di beach volley e di farla partecipare a questo importante appuntamento estivo”.

Molto soddisfatto anche Mauro Fabris, che sottolinea l’importanza del circuito estivo di beach per tutta la Lega: “In Lega abbiamo chiara l’importanza di aumentare la durata del campionato ma il regolamento europeo non ce lo consente, per poter dare spazio anche alle varie nazionali di lavorare insieme. Sappiamo bene che un risultato di questo tipo è fondamentale anche per attrarre gli sponsor e per questo motivo abbiamo anche discusso sull’opportunità di chiedere a tutte le squadre di pensare ad avere una formazione che si dedichi al beach volley tutto l’anno, partecipando ai campionati di categoria”.

Il direttore generale di Mastergroup Sport, Antonio Santa Maria, che materialmente si occupa dell’organizzazione delle tappe del tour, ha descritto l’evento come una grande festa fatta di sport, musica, divertimento e occasioni per le aziende sponsor, di incontrarsi e di stringere nuove partnership commerciali.

Alla conferenza non poteva mancare Mario Chen, fondatore di Hy Communication, società di comunicazione che promuove la cultura cinese in Italia e titolare dell’azienda Romeja e fratello di Louis, governatore della regione cinese dello Yanbian: “Questa nuova collaborazione per me è come l’inizio di una nuova Via della Seta, che crei prospettive nuove per le giocatrici di pallavolo cinesi in Italia e per le italiane in Cina. Inoltre credo sarà l’occasione per aprire nuove possibilità anche agli imprenditori italiani e sponsor della pallavolo per mettere piede in Cina e creare nuove collaborazione. Ringrazio Giuseppe Pirola per aver guardato lontano e aver dato occasione a Si Min di giocare in uno dei più bei campionati del mondo”.

di
Pubblicato il 26 Marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore