Varese News

Truffatori raggirati dalla vittima che li mette nelle mani della Polizia

L'uomo è stato abbordato lungo la 336 da due pregiudicati che pretendevano il pagamento del danno alla loro auto ma lui ha chiamato le forze dell'ordine

macchina

Tentano la truffa dello specchietto ma la vittima se ne accorge e tende la trappola. Questa volta la coppia di napoletani pluripregiudicati di 39 e 41 anni non hanno fatto i conti con la prontezza dell’uomo al quale volevano spillare un po’ di soldi facili.

Il fatto è accaduto ieri, mercoledì, lungo la ss 336 della Malpensa quando i due hanno lanciato una pietra contro l’auto della vittima prescelta, inducendolo a fermarsi per verificare l’accaduto. Subito i due hanno mostrato lo specchietto della loro 500 danneggiato, addossando la responsabilità al malcapitato.

Lo schema è sempre lo stesso: i due cercano di chiudere lo spiacevole inconveniente proponendo alla controparte di saldare subito il danno in contanti, evitando di mettere in mezzo l’assicurazione con tutte le conseguenze del caso tra scartoffie, tempi di attesa, aumento del premio assicurativo.

La vittima in questo caso finge di dare loro ragione e chiede alla coppia di seguirlo fino alla sua banca dove avrebbe prelevato il denaro per chiudere la vicenda. Una volta rimessosi in auto, con i due che lo seguono convinti di aver concluso un nuovo colpo, chiama la Polizia e si mette d’accordo con gli agenti per cogliere in flagranza i due truffatori.

Una volta giunti davanti alla banca indicata, l’uomo va a prelevare i soldi al bancomat mentre sul posto giunge una volante che ferma i due malviventi e perquisisce l’auto. Dall’abitacolo spuntano gli arnesi del mestiere: un sacchetto di pietre pronte all’uso e un pennarello per simulare i graffi sull’auto e convincere così le vittime a pagare.

Per i due è scattata la denuncia e il divieto di tornare a Busto Arsizio per tre anni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore