Varese News

Annuncia il suicidio ad un’amica su Facebook, lo salvano i carabinieri

È il secondo salvataggio di un aspirante suicida da parte dei militari della Compagnia di Busto Arsizio. Solo tre giorni fa era accaduto sempre a Fagnano Olona

Avarie

Annuncia l’intenzione di suicidarsi ad un’amica, tramite Facebook, lei chiama i carabinieri e loro salvano l’uomo. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Busto Arsizio, nel corso della mattinata (sabato), hanno ricevuto la segnalazione di una cittadina che aveva riferito ai militari che un suo conoscente aveva manifestato l’intenzione di suicidarsi comunicando con lei su Facebook.

I militari sono intervenuti immediatamente nei pressi dell’abitazione del giovane, senza trovarlo. A seguito di accurate ricerche hanno rintracciato il veicolo dell’uomo in una strada secondaria di Fagnano Olona.

Al mezzo, parcheggiato in un sentiero sterrato con il motore acceso, era stato applicato un artigianale sistema che conduceva i fumi di scarico all’interno dell’abitacolo; il finestrino anteriore peraltro era stato sigillato per evitare che i gas nocivi uscissero dal mezzo. I militari hanno notato subito l’uomo privo di sensi all’interno del veicolo e hanno rotto il finestrino per estrarlo dal mezzo.

Alla vittima i due giovani Carabinieri, da poco formati anche quali addetti al primo soccorso, hanno praticato le prime operazioni di rianimazione, in attesa del personale sanitario che è intervenuto di lì a poco.
L’uomo, al momento degente presso l’ospedale di Busto Arsizio, è tuttora ricoverato in osservazione, non più in pericolo di vita.

Si tratta del secondo salvataggio di aspiranti suicidi in pochi giorni, sul territorio di Fagnano Olona. Mercoledì scorso, infatti, una donna di Fagnano aveva tentato di farla finita ingerendo farmaci ma i militari, sempre su segnalazione di una persona cara all’aspirante suicida, sono riusciti a trovarla e a salvarle la vita.

Carabinieri salvano una donna dal suicidio

 

Molte persone trovano difficile e imbarazzante parlare di suicidio: può essere forte il senso di vergogna che può accompagnare questi pensieri. Ancora più forti possono essere queste emozioni se si pensa di confidarsi con parenti e amici. Potrebbe risultare più facile parlarne con chi non è coinvolto direttamente. Se sentite di aver bisogno, potete chiamare il Numero Verde 800 334343, attivo h24: è il servizio Inoltre attivato da Regione Veneto (alla risposta c’è un breve messaggio registrato, subito dopo risponde l’operatore). Un altro servizio è quello di Telefono Amico, attivo dalle 10 alle 24: 199 284284

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 13 Aprile 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore