Cuneo – Pro Patria 0-0. Tigrotti ai playoff contro la Carrarese

Termina senza reti l'ultima giornata di campionato per i biancoblu. Domenica prossima gli spareggi promozione a Carrara

Cuneo - Pro Patria

Finisce con un pareggio a reti bianche l’indescrivibile regular season della Pro Patria. Sul campo del Cuneo gli uomini di Javorcic nel primo tempo non riescono a concretizzare le occasioni avute, mentre nel secondo tempo resistono bene agli attacchi disperati degli ospiti per poi mangiarsi un paio di gol sul finale. Adesso è tempo dei playoff, che la Pro Patria giocherà domenica prossima sul campo della Carrarese.

PRIMO TEMPO – Primo tempo che racconta una Pro Patria che fa il suo gioco e contiene bene i rari attacchi dei padroni di casa, ma già al 3’ perde una pedina, perché lo scontro tra Santacroce e Sané costringe l’esterno italo-senegalese a lasciare il campo in favore di Galli. Al 4’ Santana dà il via alle danze con un destro da fuori che Cardelli blocca. Al 10’ un ispiratissimo Gucci imbecca una sponda perfetta per Disabato, che però svirgola la conclusione al volo. Gucci ancora protagonista al 21’, quando riesce a sfruttare un errore dei due centrali, prendere palla ed involarsi da solo verso la porta. Solo il disturbo successivo di Cristini impedisce al numero 9 di calciare, con l’azione che si spegne sul fondo. Al 24’ il Cuneo si fa vedere dalle parti di Tornaghi con il colpo di testa di Cristini, che viene rimpallato e successivamente finisce tra le braccia del portiere bustocco. L’occasione più nitida del primo tempo è ancora sui piedi di Gucci, al 30’, quando viene servito benissimo da Cottarelli con un filtrante che lo libera al tiro in area. Cardelli però è reattivo e con i piedi gli nega il gol. Il primo tempo si chiude al 47’, con un tiro in diagonale di Disabato che termina a lato.

LA RIPRESA – Il secondo tempo si apre con un Cuneo indiavolato, che a 5 minuti dal fischio colleziona già 5 calci d’angolo. Al 46’ Paolini imbuca il neo entrato Spizzichino il cui tiro viene respinto da Tornaghi. Un minuto dopo ancora Tornaghi si rende protagonista di una parata miracolosa sul colpo di testa di Emmanusso. Al 51’ ci prova anche Celia con un sinistro da fuori che termina a lato. Ancora pericoloso Emmanusso tre minuti dopo con potente destro da fuori, che Tornaghi respinge con i pugni. Inizia la giostra dei cambi e le squadre si trovano rivoluzionate: il Cuneo attacca con 4 uomini e la Pro cerca di spezzare le linee e ripartire. Al 76’ Gissi colpisce di testa da due passi ma Tornaghi blocca. Lo stesso Gissi sarà espulso all’84’ per un coplo ai danni di Zaro. L’ultima occasione tigrotta e della partita ce l’ha sui piedi Pedone, al 92’, il cui destro piazzato in area trova la ferma opposizione di Cardelli.

TABELLINO

CUNEO – PRO PATRIA     0 – 0  (0 – 0)

AC CUNEO 1905 (4-2-3-1): 22 Cardelli; 33 Marin, 13 Santacroce (1′ s.t. 10 Caso), 4 Cristini, 23 Celia; 14 Suljic, 24 Paolini (22′ s.t. 15 Jallow); 7 Arras (1′ s.t. 19 Spizzichino), 11 Emmausso (28′ s.t. 40 Gissi), 27 Kanis (22′ s.t. 5 Said), 9 Defendi. A disposizione: 1 Gozzi, 2 Tafa, 16 Alvaro, 17 Ferrieri, 18 Piermarteri, 20 Reymond, 21 Castellana. All. Scazzola.

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 2 Marcone (16′ s.t. 4 Battistini), 19 Zaro, 16 Boffelli; 27 Cottarelli, 13 Gazo, 14 Bertoni, 8 Disabato (10′ s.t. 23 Ghioldi), 25 Sane (6′ p.t. 3 Galli); 11 Santana (16′ s.t. 24 Pedone), 9 Gucci (10′ s.t. 7 Parker). A disposizione: 12 Mangano, 10 Le Noci, 16 Fietta, 17 Mastroianni, 20 Mora. All. Javorcic.

ARBITRO: Andrea Zingarelli di Siena (Alessandro Pacifico della Sezione di Taranto e Salvatore Marco Dibenedetto della Sezione di Barletta).

Angoli: 6 – 2. Recupero: 2′ p.t. – 4′ s.t. Ammoniti: Santacroce (CUN); Galli (PP). Espulsi: Gissi (CUN) al 39′ s.t., Castellana (CUN) a gara già conclusa. Note: Giornata fresca e soleggiata. Terreno di gioco in discrete condizioni.

di
Pubblicato il 04 Maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore