Varese News

Violenza sessuale in centro città, rintracciato e arrestato un 22enne

L'episodio risale a inizio marzo dell'anno scorso, l'aggressore è un senza fissa dimora che è stato rintracciato in provincia di Verbania

carabinieri gallarate evasione apertura

A distanza di due mesi e mezzo dall’aggressione, i carabinieri di Gallarate hanno arrestato un ventiduenne senza fissa dimora, cittadino ivoriano, accusato di essere l’autore di una violenza sessuale aggravata. Il giovane è stato fermato a Stresa.

L’episodio risale alle prime luci dell’alba del 10 marzo scorso, nel centro di Gallarate: il ragazzo aveva pedinato ed aggredito una 43enne dominicana, che era appena uscita da un bar per dirigersi verso casa. L’uomo una volta raggiunta la vittima in via Mercanti, l’aveva buttata a terra afferrandole il collo per poi abbassarle i leggins e gli slip e tapparle la bocca con una mano. Le urla della donna avevano attirato l’attenzione di una residente che, affacciatasi alla finestra, aveva gridato e messo in fuga il malintenzionato.

Benché scossa e frastornata la vittima, scampato il pericolo, aveva chiamato i Carabinieri che erano subito intervenuti sul posto per soccorrerla (la donna era stata raggiunta in via Trombini, appena fuori dal centro pedonale). Le indagini – subito avviate dagli uomini della compagnia di Gallarate guidati dal capitano Matteo Russo – hanno permesso, grazie all’acquisizione dei filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e alle dichiarazioni rilasciate dalla stessa vittima e dai testimoni presenti all’interno del bar dal quale è partito l’inseguimento del violentatore, di identificare con certezza l’autore della violenza. Proprio i militari dell’Arma, già dalla prima visione delle telecamere, lo hanno riconosciuto per averlo già fermato e controllato diverse volte in passato. A confermare i sospetti dei Carabinieri le dichiarazioni dei testimoni, che lo hanno chiaramente indicato come l’autore del gesto.

Gli elementi raccolti sono stati quindi accolti dalla Procura di Busto Arsizio, che ha richiesto la misura cautelare approvata dal Giudice per le Indagini Preliminari e poi eseguita dall’Arma di Gallarate: il giovane è stato rintracciato e arrestato alla stazione ferroviaria di Stresa. Ora è in carcere a Verbania. Il 22enne è  regolare sul territorio nazionale: già denunciato in passato per reati contro il patrimonio e la persona e per resistenza a pubblico ufficiale, viveva di espedienti e in ricoveri di fortuna tra Gallarate, Milano e altre località.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore