Una domenica per scoprire le lumache di Busto Arsizio

Domenica 23 giugno, in via Canale a Busto Arsizio, dalle 11.30 si terrà la prima edizione dell’evento “Lumachiamo”

In un allevamento di lumache (inserita in galleria)

Domenica 23 giugno, in via Canale a Busto Arsizio, dalle 11.30 si terrà la prima edizione dell’evento “Lumachiamo”. Filo conduttore e motivo trainante dell’evento sarà l’inaugurazione del primo allevamento biologico a ciclo completo di lumache, Lumapiù. 

L’Amministrazione comunale ha concesso il patrocinio alla giornata «per sottolineare l’importanza dell’iniziativa e per augurare alla nuova attività di poter raggiungere tutti gli ambiziosi obiettivi che si prefigge –osserva l’assessore al Marketing Paola Magugliani-. Come sempre l’Amministrazione è vicina alle aziende e in particolare a quelle che accettano la sfida di avviare la loro attività sul territorio, dimostrando che Busto è una città attrattiva e accogliente per chi vuole fare impresa anche in settori innovativi e insoliti, ma di tendenza, come quello in cui si stanno impegnando i proprietari di Lumapiù. Sono certa che la sensibilità green che l’azienda dimostra sia un plus vincente». 

L’allevamento è suddiviso in due zone, una per la riproduzione e una per l’ingrasso: ciò consente di selezionare ogni anno i soggetti migliori, che per caratteristiche morfologiche sono più adatti ad essere consumati, che vengono utilizzati per il ciclo riproduttivo e contribuiscono al costante miglioramento genetico della specie. Vengono allevate solo lumache Helix Aspersa, le migliori e più pregiate per il consumo: gli animali sono allevati in campo aperto, senza l’utilizzo di serre, capannoni e sono protetti in recinti all’interno dei quali ogni anno è seminata la vegetazione necessaria alla loro alimentazione. In questo modo le lumache si nutrono sempre con un alimento fresco, naturale (come la bietola da costa) e l’accrescimento è ottimale, garantendo carni più morbide e prelibate rispetto alle lumache raccolte in natura. 

Questa attività è praticata nel completo rispetto dell’animale, riducendo al minimo l’impiego di tutto ciò che può nuocere alla salute delle chiocciole. Tutte le chiocciole allevate e vendute sono quindi nate, cresciute e si sono riprodotte sempre nello stesso habitat, all’interno della Lumapiù e per questo motivo sono sane, hanno carni compatte, morbide, un sapore raffinato e sono particolarmente indicate per essere trasformate in squisite pietanze.  La raccolta delle lumache avviene dalla primavera all’autunno: di notte, rigorosamente a mano e pezzo per pezzo. 

Clicca qui per tutti i dettagli dell’evento

Lumachiamo, una giornata nel verde della tua Città

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore