Varese News

Aveva rubato alle scuole elementari, ora finisce in carcere

Condannato un anno fa, doveva scontare un anno e quattro mesi: aveva ottenuto i domiciliari ma li ha presi troppo alla leggera. "Pizzicato" varie volte, ora dovrà stare dietro le sbarre

Apre lo sportello del Garante regionale dei Detenuti in carcere a Busto

Aveva rubato nella scuola “Marconi” di Crenna, a Gallarate, ed era stato condannato agli arresti domiciliari. Ma l’aveva preso un po’ sottogamba e per questo è stato ri-arrestato dalla Polizia di Gallarate e portato in carcere.

La condanna in tribunale a Busto Arsizio risale a un anno fa: un anno e quattro mesi di reclusione, da scontare appunto ai domiciliari. L’uomo, noto alle forze dell’ordine, non aveva però rispettato le indicazioni: per questo era stato anche diffidato dal Magistrato di sorveglianza di Varese.

Niente da fare, però: l’uomo ha continuato a uscire di casa e qualche giorno fa è stato fermato nel corso di un controllo di polizia in strada. È scattato l’arresto per evasione, con contestuale ritorno a casa per scontare la pena (quella per furto) ai domiciliari. Il magistrato di sorveglianza, però, questa volta ha deciso di intervenire: ha disposto che il residuo di pena venga scontato in carcere.

Gli agenti della Polizia di Stato si sono dunque presentati, ieri pomeriggio, per l’ennesima volta alla sua porta e – questa volta – l’hanno trovato in casa. Ora è in carcere.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 Giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore