Concessi gli arresti domiciliari a Nino Caianiello

L'ex-uomo forte di Forza Italia nel Varesotto era in carcere dal 7 maggio a seguito della maxi-inchiesta su politica, imprenditoria e corruzione chiamata "Mensa dei Poveri"

nino caianiello amsc

Il legale di Nino Caianiello, Tiberio Massironi, ha presentato istanza al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Milano per alleggerire la misura cautelare nei confronti del principale indagato dell’indagine Mensa dei Poveri.

La misura è stata concessa e Caianiello potrà quindi tornare a casa già nella giornata di mercoledì 25 settembre.

Caianiello, che si trova rinchiuso in carcere dal 7 maggiocon l’accusa di associazione a delinquere e corruzione, ha reso un ampio interrogatorio durato diversi giorni, davanti ai pm titolari dell’inchiesta Furno, Bonardi, Scudieriin cui potrebbe aver rivelato nuovi scenari sui quali i magistrati starebbero lavorando.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 25 Settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore