La dignità come responsabilità: torna il “Festival della dignità umana”

Il Festival della dignità umana torna per la sua VI edizione con eventi, dibattiti e conferenze. Tra gli ospiti, Luca Mercalli, Joseph Esquirol e Stefano Zamagni

festival della dignità umana

Il tema della dignità si lega indissolubilmente all’unicità e all’originalità della persona. Anche se nel corso dei secoli, almeno dal punto di vista teorico, sono stati fatti molti passi avanti in termini di dignità e diritti umani, rimane ancora molto da fare sulla Carta dei diritti umani – visti poi diversi eventi del mondo contemporaneo quali guerre, fondamentalismo, schiavitù e torture che rimbalzano su tutti i media quotidianamente. Questo è quello che gli organizzatori del piemontese “Festival della dignità umana“, giunto ormai alla sua VI edizione, dal 21 settembre al 19 ottobre 2019, organizzato dall’associazione “Dignità e lavoro” e dalla onlus “Cecco Fornara”.

Il tema di quest’anno del ciclo di conferenze ed incontri tra Arona, Borgomanero, Orta San Giulio, Cureggio, Briga Novarese, Novara e Milano è “Responsabili o indifferenti?”. Attraverso momenti di incontro con autori, riflessioni, e proposte musicali e teatrali il festival si propone di sensibilizzare all’utopia di una dignità umana estesa alla società globale.

«La dignità non è soltanto un dato originario, acquisito alla nascita per il fatto di essere uomini: è anche un compito. È un diritto al quale corrisponde un dovere, che rinvia pertanto all’assunzione della responsabilità. Questo non vale unicamente come spinta a un agire sociale e civile impegnato, ma riguarda il contenuto stesso dell’agire, che deve avere come obiettivo fondamentale da perseguire la creazione di condizioni perché a tutti venga consentito di esercitare la responsabilità. Perciò la vera solidarietà non è mai sostitutiva; non può ridursi ad assistenzialismo ed è invece offerta a chi è nel bisogno (anche di strumenti adatti), perché possa recuperare la capacità di azione, dunque acquisire la propria piena dignità», sostengono gli organizzatori.

Nel corso di questa settimana ci saranno incontri interessanti, quali la conferenza “Sotto il vestito… quale responsabilità?  Una visione attuale tra mode e società” a Briga di Emanuela Mora mercoledì 25 settembre (ore 21.00, Biblioteca Comunale “Peppino Impastato”), l’incontro “Quale responsabilità nei confronti dell’ambiente: la questione ecologica e climatica” con Luca Mercalli di giovedì 26 settembre (21.00, Arona, Palacongressi “Marina e Marcello Salina”) ed, infine, quello con Stefano Zamagni sabato 28 settembre, “Essere responsabili: come civilizzare il mercato” (21.00, Novara, Teatro Don Bosco).

 

IL PROGRAMMA

Mercoledi 25 settembre – 21:00, Briga, Biblioteca Comunale “Peppino Impastato”: “Sotto il vestito… quale responsabilità?  Una visione attuale tra mode e società“, conferenza di Emanuela Mora.

Giovedì 26 settembre – 21:00, Arona, Palacongressi “Marina e Marcello Salina”: “Quale responsabilità nei confronti dell’ambiente: la questione ecologica e climatica“, conferenza-dibattito con Luca Mercalli (in collaborazione con l’associazione Partecipazione e Solidarietà).

Venerdì 27 settembre – 21:00, Novara, Teatro Don Bosco: “Capaci di vita: sul senso della
responsabilità nella vita umana“, conferenza di Josep Maria Esquirol con introduzione di Giorgio Borroni (in collaborazione con Caritas Novara).

Sabato 28 settembre – 16:00, Borgomanero, Salone d’onore Villa Marazza: “Essere responsabili: come civilizzare il mercato“, incontro con Stefano Zamagni a colloquio con Davide Maggi e Carlo Volta.

Lunedì 30 settembre – 18:00, Novara, Sala Maddalena, Vescovado: “La scommessa cattolica della responsabilità“, incontro con Mauro Magatti e Chiara Giaccardi. Interviene Mons. Franco Giulio Brambilla.

Martedì 1° ottobre – 21:00, Novara, Castello Visconteo Sforzesco: “Educare alla giustizia
Incontro con Gherardo Colombo, colloquio con Mario Baudino.

Mercoledì 2 ottobre – 18:00, Milano, Università Cattolica: “La mistificazione dei social: la responsabilità nella comunicazione“, incontro con Silvano Petrosino.

Giovedì 3 ottobre – 18:00, Novara, Biblioteca Civica Negroni: “Etiche della responsabilità: i maestri“, incontro con Giannino Piana. A colloquio con Pier Davide Guenzi (in collaborazione con i Giovedì letterari in biblioteca).

Giovedì 3 ottobre – 21:00, Arona, Aula Magna del Palazzo Comunale: “Per una politica responsabile“, interviene Pierluigi Castagnetti.

Venerdì 4 ottobre – 21:00, Novara, Salone d’onore della Prefettura: “Responsabilità della giustizia. Ricordo dell’uomo e del magistrato Giovanni Falcone”. Intervengono Gian Carlo Caselli ed Enzo Ciconte, modera Giovanna Torre (in collaborazione con Libera e la Prefettura di Novara).

Sabato 5 ottobre – 16:00, Borgomanero, Salone d’onore Villa Marazza: “La responsabilità della storia“. Interviene André Vauchez con Giancarlo Andenna (in collaborazione con la rivista “Novarien”).

Sabato 19 ottobre – 16:00, Borgomanero, Salone d’onore Villa Marazza: “Paura e responsabilità“, incontro con Eugenio Borgna e Aldo Bonomi. Con bilancio finale del Festival 2019 di Luisella Ferrari e Giannino Piana.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore