La compagnia Klm ricicla bottiglie per la manutenzione aerea

La compagnia aerea Llm punta sul riciclaggio delle bottiglie in pet per riutilizzarle nella manutenzione dei propri velivoli

Klm airlines

Klm Royal Dutch Airlines è la prima compagnia aerea al mondo a riciclare le bottiglie in Pet per produrre strumenti per la riparazione e la manutenzione dei suoi aerei.

Le bottiglie vuote vengono raccolte alla fine di ogni volo e trasformate in filamenti, materiale utilizzato nelle stampanti 3D. Questo processo significa che una bottiglia d’acqua vuota può finire come parte di un’apparecchiatura stampata in 3D ed utilizzata per la manutenzione degli aerei.
I filamenti, per le stampanti 3D, sono l’inchiostro delle stampanti classiche. La compagnia era solita acquistare questo materiale da fornitori esterni. Ora, però, le bottiglie di Pet vuote raccolte sui voli vengono consegnate a una società di riciclaggio che le trasforma in pellet di plastica di alta qualità (materiale principale del filamento). Tonnellate di bottiglie di plastica raccolte dagli aerei all’aeroporto di Amsterdam Schiphol vengono quindi trasformate, ogni anno, in questo filamento.

klm airlines

Klm Engineering & Maintenance utilizza da tempo le stampanti 3D per accelerare i processi di riparazione e manutenzione.
Attualmente la compagnia utilizza ogni giorno circa 1,5 kg di filamenti di alta qualità. Dato che Klm ora fornisce a bordo bottiglie in PET, ciò comporta un minor costo del filamento, sceso da 60 a soli 17 euro al chilo. Grazie alla collaborazione con l’azienda di riciclaggio Morssinkhof Rymoplast e il produttore di filamenti Reflow, KLM è ora in grado non solo di
essere innovativa nell’uso della stampa 3D, ma di completare anche l`intero ciclo della plastica.

L’obiettivo di KLM è ridurre i rifiuti a bordo del 50% entro il 2030 rispetto al 2011 ed
aumentare la percentuale di rifiuti riciclati. Nel 2018, il totale dei rifiuti è stato ridotto del 9%,
ed è stato riciclato il 28% del totale dei rifiuti raccolti.
“Investiamo costantemente in prodotti e processi sostenibili e innovativi. Per i nostri clienti,
per la società e per i nostri dipendenti. È fantastico vedere come siamo in grado di realizzare
prodotti utili da materiali di scarto”, dichiara Ton Dortmans, Executive vice president
Engineering & Maintenance.

di
Pubblicato il 24 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore