La De Amicis partecipa a Libriamoci e legge Rodari

Anche ediucazione ambientale e giornalismo tre le letture che gli alunni dall'infanzia alla media faranno dall'11 all'15 novembre

de amicis

Una settimana tra libri e letture. Il comprensivo De Amicis di Gallarate dall’11 al 15 novembre prenderà parte alla manifestazione nazionale Libriamoci.

Ideato alcuni anni fa con il titolo “Ars legendi” dalla professoressa Ileana Ridolfo, la regina del teatro scolastico, la settimana dedicata alla lettura in tutte le scuole d’Italia a cura del Miur è sempre stata fortemente sostenuta dalla dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “De Amicis” di Gallarate Barbara Pellegatta e dai docenti di lettere.

Comprenderà attività di lettura espressiva, di drammatizzazione, riflessione, video, biblioteca, disegni, canti e balli in tutti i plessi del nostro Istituto dai bimbi di 5 anni ai più grandi della scuola media.

Le attività si svolgeranno tutte a classi aperte sia parallele che in verticale con la collaborazione di tutti gli insegnanti di lettere, tecnologia e arte. Le letture e le attività artistiche connesse si svilupperanno in base alle indicazioni tematiche date dall’organizzazione di Libriamoci: omaggio a Gianni Rodari, educazione ambientale e il giornalismo.

Ci saranno due momenti di gemellaggio tra ordini di scuole diversi, ossia: giovedì 14 novembre il laboratorio teatrale diretto dalla professoressa Ileana Ridolfo metterà in scena per i bambini delle classi quinte della primaria “L’amante di Gramigna” di Verga. Gli alunni delle quinte saranno quindi lettori d’eccezione per i compagni più grandi e, venerdì 15 novembre, i bambini dell’infanzia reciteranno e balleranno insieme ai ragazzi della scuola media in una bellissima festa conclusiva di amicizia e rispetto reciproco.

Nell’Istituto ci saranno degli ospiti d’onore e lettori d’eccezione che con grande generosità e disponibilità interagiranno in laboratori o lezioni di approfondimento per i ragazzi della scuola media. Così la poetessa professoressa Annitta Di Mineo terrà un incontro sul giornalismo portando la sua esperienza come direttrice della rivista “Echi liberi”, mentre il giornalista Moreno Gussoni, oggi in servizio all’agenzia di stampa della Giunta regionale lombarda “Lombardia Notizie”, martedì 12, alla media di via Tommaseo,  terrà un laboratorio di giornalismo insieme alla docente Ridolfo. La docente intercalerà una lezione di approfondimento letterario sulla storia delle Riviste tra le due guerre con lo scrittore Antonio Conticello cui i ragazzi si prepareranno in questi giorni approfondendo il tema della comunicazione con la Ridolfo.

È quindi in calendario l’incontro con lo scrittore Paolo Di stefano, giornalista del “Corriere della Sera”, che realizzerà un laboratorio di giornalismo e di scrittura leggendo anche articoli di giornale. Ricordiamo che i bambini della primaria andranno a leggere libri di racconti e fiabe in note librerie della città. Sempre i bambini della primaria, unitamente ai ragazzi della secondaria, si stanno adoperando per creare mostre di disegni dedicati alle filastrocche di Rodari e al tema ambientale con lavori in power point e ricerche di approfondimento.

La giornata conclusiva di venerdì 15 sarà rappresentata da una festa dell’amicizia tra i bimbi dell’infanzia e i ragazzi della scuola media e suggellata da una coreografia finale che è un inno all’amore e al rispetto verso il prossimo ballata sulle note di “Esseri umani” di Marco Mengoni. Una canzone per alcuni, per i ragazzi e le ragazze di “Libriamoci” qualcosa di più.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore