L’aereo precipitato in Iran era passato martedì da Milano Malpensa

Durante la sosta allo scalo milanese, meno di ventiquattro ore prima della tragedia, non sarebbero emerse anomalie di alcun tipo

Generico 2018

Il velivolo di Ukraine International precipitato a Teheran era transitato da poche ore da Malpensa, impegnato in due voli da e per Kiev.

L’aereo civile è caratterizzato dalla matricola UR-PSR (foto: wikipedia) e, come si può ricostruire dagli appositi siti che tracciano i voli, era transitato dallo scalo di Milano Malpensa il 2 e il 5 gennaio 2020 e poi ancora ieri, 7 gennaio, a meno di ventiquattro ore dalla tragedia di Teheran.

L’aereo dell’incidente Ukraine International Airlines a Teheran

Il Boeing 737 era arrivato da Kiev a Milano Malpensa martedì 7 gennaio: era atterrato alle 12.09. Poco più di tre ore dopo è ripartito per la capitale Ucraina, alle 18.45.

Secondo Leonard Berberi, giornalista del Corriere della Sera specializzato in aviazione, “nella sua sosta a Malpensa — a quanto si apprende — sarebbero stati effettuati i soliti controlli di routine che consistono in una analisi visiva e superficiale dell’esterno del velivolo per vedere se ci sono anomalie come una perdita d’olio, un’usura evidente delle gomme, eventuali criticità all’impianto frenante o ai motori. Ma i controlli non avrebbero mostrato criticità”.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 Gennaio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore