“Non sono più mia”, in scena la vita di beata Giuliana

Il 21 febbraio, con il patrocinio del Comune, alla biblioteca di Busto Arsizio Tito Olivato presenta ancora una volta il suo romanzo, ma stavolta in forma teatrale

biblioteca busto arsizio

La vita di Beata Giuliana diventa un romanzo teatrale in musica, con l’attrice Marina De Juli e il Liceo Musicale Candiani-Bausch di Busto Arsizio.

Il 21 febbraio, con il patrocinio del Comune, presso la biblioteca di Busto Arsizio in Sala Monaco alle 18.00, Tito Olivato presenta ancora una volta il suo romanzo sulla vita di Beata Giuliana, ma in veste teatrale, grazie alla presenza dell’attrice Marina De Juli che drammatizza cinque scene del libro.

Il momento si apre e si chiude con brani tardo medievali  eseguiti dalla classe 3^ M del Liceo Musicale Candiani-Bausch con i docenti Barbagli e Cappellari.

L’evento, pensato dalla professoressa Fazzini, prevede la collaborazione della libreria Busto Libri (ex Boragno), dell’associazione quadrifoglio e dei soci Coop che hanno sostenuto l’iniziativa dal probabile seguito a Varese.

Musica, teatro e storia sono le coordinate su cui si tesse la trama del romanzo “Non sono più mia“, da offrire a tutti gli abitanti con la formula dell’ingresso  libero: una nuova occasione per parlare della Beata di Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore