Albizzate generosa: Pro Loco, Alpini e e Avis donano tutto agli ospedali

Le associazioni si sono rese subito disponibili a fare la propria parte e di partecipare alla campagna di raccolta fondi promossa da ASST Sette Laghi per aiutare chi ci mette il cuore in questi giorni difficili in prima linea negli ospedali

albizzate

Albizzate è campione di solidarietà. Le associazioni si sono rese subito disponibili a fare la propria parte e di partecipare alla campagna di raccolta fondi promossa da ASST Sette Laghi per aiutare chi ci mette il cuore in questi giorni difficili in prima linea negli ospedali.

Il Consiglio della Pro Loco di Albizzate ha deciso di donare le quote del tesseramento 2020 fino a questo momento raccolte, 3000 euro che corrispondono a circa 230 tessere. «Sono soldi che avrebbero aiutato l’associazione ad organizzare le proprie manifestazioni, soprattutto quelle a carattere gratuito – spiega la presidente -, ma abbiamo ritenuto opportuno devolverli per qualcosa di più importante, la lotta al virus che ha sconvolto le nostre vite».

Anche il Gruppo Alpini di Albizzate ha aderito, rispondendo all’invito della Sezione di Varese dell’Ana, in ricordo del Dottor Roberto Stella, Alpino e Presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Varese, recentemente scomparso proprio a causa del Covid -19. Ai 2000 euro messi in gioco in un primo momento se ne sono aggiunti altrettanti, frutto delle caparre depositate per la prossima Adunata di maggio e che gli Alpini hanno da subito deciso di girare all’iniziativa.

Anche l’Avis di Albizzate ha deciso di far propria questa iniziativa e donare altri 2000 euro, nello spirito che è proprio di un’Associazione votata alla donazione come l’Aido che si propone con 300 euro: associazioni che ricordano che il dono del sangue soprattutto è una possibilità aperta a tutti e tutto l’anno, non solo in questo momento.

Tante iniziative volte a raggiungere l’unico obiettivo di essere accanto a coloro che lavorano alacremente da settimane per curare, confortare e assistere i nostri malati che per ragioni contingenti devono combattere da soli negli ospedali.

I coordinatori tra le associazioni assicurano: «Non ci fermeremo qui, però, siamo pronti a rispondere ancora se Albizzate ci chiederà concretamente aiuto e lo saranno anche altre associazioni Albizzatesi nelle modalità che ci verrà richiesto. Una cosa che manca a tutti noi e la possibilità di stare insieme: Albizzate è un Paese che ama vivere in comunità, collaborando, creando momenti di aggregazione e non vediamo l’ora di poterci ritrovare per gioire insieme della vittoria ottenuta. Preghiamo che ciò avvenga il prima possibile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore