Varese News

È morto Italo Omero Romiti figura di spicco di Agusta

Per tanti anni l’ingegnere di Sesto Calende ricoprì diversi ruoli nell’azienda aeronautica

Generico 2018

A meno di una settimana dalla scomparsa di Fredmano Spairani, ultimo direttore della Siae Marchetti prima del passaggio ad Agusta, il mondo dell’aeronautica piange la scomparsa del sestese Italo Omero Romiti, spentosi ieri all’età di novant’anni. (Romiti in una foto d’epoca)

Padre di Daniele, amministratore delegato di AgustaWestland tra il 2013 e il 2018, l’ingegner Romiti fu a lungo protagonista nella storica azienda di Sesto Calende dove, a partire dal 1964, ha ricoperto diversi ruoli e incaricati di rilievo, fra cui direttore e responsabile coordinamento qualità, in un’epoca di svolta per l’aeronautica italiana e per Augusta.

«Italo era una persona molto preparata – ricorda l’ex collega Lucio d’Andrea – era dotato di inventiva e capacità professionale. Accanto a lui ho imparato molto dal suo squisito carattere e della sua leadership con cui ha ricoperto ruoli innovativi. Col suo arrivo portò a tutti le sue importanti conoscenze da pilota nell’aviazione leggera dell’esercito. Mi ricordo quanto fossero tristi i suoi collaboratori quando ha lasciato la direzione della qualità, aveva infatti la capacità di capire quali fossero e come correggere i problemi».

di
Pubblicato il 23 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore