“In giunta manca competenza. La nomina di Rosiello lo dimostra”

Arriva la reazione di Progetto Cardano alla nomina dell'assessore. "La Lega nazionale si lamenta di politici non eletti, ma in città fa l'opposto". E critica la gestione dell'emergenza: "Non è stato fatto niente"

Presentazione candidato sindaco di Cardano al campo Sergio Biganzoli

«A Cardano ben due mebri della giunta su cinque non sono eletti. Noi denunciamo da tempo la mancanza di competenza all’interno della giunta, e la nomina di un assessore esterno conferma la nostra opinione». Progetto Cardano esce allo scoperto, criticando la nomina di Vito Rosiello ad assessore ai lavori pubblici di Cardano al Campo. Nomina che, come ha voluto specificare la Lega senza nascondere il malcontento, è stata fatta unilateralmente dal sindaco Maurizio Colombo.

La Lega non ci sta: “Il sindaco ha scelto da solo. Non condividiamo la scelta”

Sergio Biganzoli, leader della lista di opposizione, non è voluto entrare nel merito della polemica interna alla maggioranza («sono problemi loro»), ma ha evidenziato che «non dà una bella immagine alla città, a nemmeno un anno dalle elezioni e considerato il momento difficile che sta vivendo oggi la nostra Italia e di conseguenza anche Cardano. Intanto – ha aggiunto – non vediamo azioni, come da noi proposto ufficialmente, rivolte ad aiutare i cittadini che in questo difficile momento possono avere ulteriori difficoltà; da ultimo anche il comune di Samarate si è già attivato».

«Non si capisce – ha affermato Biganzoli, criticando il silenzio della Lega comunale – come mai parla il segretario provinciale mentre il segretario di Cardano, anche assessore della attuale Giunta, sta in silenzio o meglio tace e acconsente. Quello invece che va evidenziato, soprattutto ai cittadini Cardanesi, che hanno votato ben 16 Consiglieri Comunali, Sindaco incluso, è che per formare la Giunta che deve guidare la nostra città, sia necessario rivolgersi a persone che non sono state nemmeno candidate. Proprio il numero uno della Lega da Roma ha spesso evidenziato che al governo ci sono persone che non erano nemmeno state votate, e guarda caso anche a Cardano ben 2/5 della giunta è formato da persone non elette. Ebbene Progetto Cardano ha evidenziato in più circostanze la mancanza di competenza all’interno della Giunta, adesso ecco che il tutto viene confermato con la nomina di Rosiello, un assessore esterno».

«Niente da eccepire sul nome – ha voluto precisare Biganzoli, che con Rosiello ha governato ai tempi della Prima Repubblica – Non tocca a noi giudicare, saranno i cittadini stessi. Ma certo è che la dichiarazione fatta dallo stesso Rosiello sul fatto che il suo contributo sarà di aiuto, e di tipo professionale conferma la forte debolezza dell’attuale amministrazione. Però non ci sembra una scelta opportuna nominare un imprenditore, che opera nell’edilizia, e che quindi ha forti interessi nel settore, e pertanto dovrà spesso smarcarsi dalle varie decisioni che riguardano il settore edile e nello specifico nella questione Stere, essendo in questo caso un diretto interessato. Auspichiamo che sappia ben differenziare, nell’interesse della cittadinanza, il ruolo di assessore e quello di imprenditore in modo del tutto imparziale».

«Non sappiamo se la sua entrata è come componente di Forza Italia o di Lega o di altro, certo è che la sua originale appartenenza è quella del fu PSI, la stessa a cui originariamente apparteneva l’attuale vice sindaco Valter Tomasini, che ha poi girato tutto l’arco politico. Un dubbio resta, vista la stretta amicizia tra Tomasini e Rosiello non potrebbe essere stato proprio Tomasini a sostenere la nomina nei confronti del Sindaco e degli altri componenti della giunta. Certo è che la personalità di Rosiello è tale da sicuramente oscurare tutti i componenti della giunta, e vedremo se anche il Sindaco sarà poi il vero sindaco eletto; già in questi mesi tutto è stato sempre gestito dal vice sindaco Tomasini, e adesso si aggiunge un ulteriore elemento che non starà sicuramente in seconda linea. Questa novità viene presentata come necessità del Sindaco di farsi coadiuvare nella gestione della macchina comunale, altra conferma di incapacità di chi attualmente la gestisce. Noi, comunque, confermiamo la nostra stima su tutto il personale ed il Segretario comunale per la loro competenza e professionalità dimostrata».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore