#insiemexvarese, già 150mila euro per aiutare le categorie più fragili

Il fondo, partito da 100mila euro, è gestito da Fondazione Comunitaria del Varesotto e punta a sostenere le persone con fragilità e a "contenere l’impatto sanitario, sociale e socio-sanitario" in questa fase emergenziale. Pronte le linee guida per accedere

Disabilità

Fondazione Comunitaria del Varesotto ha costituito il Fondo “Insieme per Varese” per il sostegno di iniziative promosse dagli enti e dalle organizzazioni sul territorio della provincia di Varese per mitigare gli effetti collaterali prodotti dall’emergenza Coronavirus sulle categorie più fragili e su quelle più esposte a gestire e contenere l’impatto sanitario, sociale e socio-sanitario.

Il Fondo – partito da una dotazione iniziale di 100.000 euro – di cui 50.000 messi a disposizione da Fondazione Cariplo e 50.000 da Fondazione Comunitaria del Varesotto, ammonta ad oggi a oltre 150.00 euro, grazie anche alla raccolta #insiemexvarese, partita la scorsa settimana.

Fondazione Comunitaria del Varesotto ha pubblicato oggi sul sito della Fondazione le linee guida per l’utilizzo delle risorse (qui).

Chi può accedere alle risorse disponibili sul Fondo?
Saranno privilegiate le iniziative promosse dagli enti e dalle organizzazioni aventi sede legale o che dimostrino di operare stabilmente in provincia di Varese e che hanno già beneficiato, attraverso progetti andati a buon fine, di un contributo da parte della Fondazione Comunitaria del Varesotto o della Fondazione Cariplo attraverso i bandi ordinari, gli extrabando, gli interventi emblematici e che hanno dimostrato un’adeguata esperienza nella gestione di progetti specialmente a carattere sanitario, sociale e socio-sanitario. Anche gli enti pubblici, le parrocchie e gli enti religiosi possono presentare le loro iniziative e richiedere il contributo.

I contributi richiesti al Fondo “Insieme per Varese” dovranno essere riferiti ad iniziative già in corso o già immediatamente attuabili i cui costi, ritenuti straordinari, siano sostenuti a partire dal 21 febbraio 2020.

Quali attività devono svolgere le associazioni o gli enti?
Le iniziative proposte devono essere mirate a: potenziare o attivare servizi di prossimità a supporto della domiciliarità forzata di soggetti in condizioni di fragilità permanente o temporanea; gestire servizi di assistenza per quelle categorie di utenti o operatori rimaste scoperte dai servizi ordinari; sostenere acquisto di strumentazione e apparecchiatura a supporto delle strutture e delle organizzazioni impegnate in prima linea per l’assistenza sanitaria; riattivare iniziative di socialità comunitaria, non appena l’emergenza finirà.

Il contributo erogato attraverso il Fondo può coprire fino al 90% dei costi sostenuti e fino a un massimo di 25.000 euro, ma di fronte a nuove necessità urgenti ed emergenti la Fondazione si riserva la possibilità di derogare a tali massimali.

Come presentare la domanda?
La domanda di contributo dovrà essere redatta utilizzando l’apposito modulo disponibile sul sito internet della Fondazione (www.fondazionevaresotto.it), corredato da tutti gli allegati eventualmente richiesti e dovrà essere inoltrata esclusivamente via e-mail all’indirizzo bandi@fondazionevaresotto.it

Appelli e testimonianze

Sulla pagina destinata alla raccolta crescono ogni giorno le testimonianze di alcune delle realtà del territorio che hanno richiesto aiuto alla Fondazione, come ad esempio l’Associazione Pane di Sant’Antonio che aiuta gli indigenti, e che attraverso le parole del presidente, don Marco Casale, spiega – nel video on line – le reali necessità di chi continua a fare volontariato in questo momento così difficile. Sempre sul sito della Fondazione e sui canali social è possibile vedere e ascoltare gli appelli a donare, tra gli altri quello dell’attrice di Luino Sarah Maestri, membro della Commissione Centrale di beneficenza di Fondazione Cariplo.

«Esprimo il mio ringraziamento a chi ha donato e a tutti coloro che hanno condiviso il nostro invito a donare, in particolare a quanti ci hanno fatto sentire la loro vicinanza con un videomessaggio di incoraggiamento o raccontando le esigenze particolari che come enti o associazioni che aiutano i più fragili stanno vivendo in questo momento» sottolinea il presidente della Fondazione Comunitaria del Varesotto, Maurizio Ampollini.

Per vedere tutti i video della campagna “Insieme per Varese” – aggiornati quotidianamente – consultare la pagina: http://www.fondazionevaresotto.it/insiemexvarese_perche_donare/

Donazione online con PayPal, Carte di credito e tramite bonifico bancario o bollettino postale.

IBAN: IT87 N032 3901 6006 7000 1966 911

Per maggiori informazioni:
Web: www.fondazionevaresotto.it/insiemexvarese/ E-mail: info@fondazionevaresotto.it

Fondazione Comunitaria del Varesotto
È una istituzione filantropica che opera a Varese e provincia dal 2002, promuovendo lo sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio. Al servizio di donatori, enti non profit e cittadini, eroga contributi, raccoglie donazioni e sostiene progetti per migliorare la qualità della vita della comunità. Ogni anno finanzia con contributi a fondo perduto oltre 300 progetti per un totale di oltre 1,6 milioni di euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore