Manca liquidità, Ubi concede nuove forme di credito

L'istituto di credito propone linee di credito a breve termine e finanziamenti (senza garanzia) “per liquidità” con preammortamento fino a 6 mesi e durata massima 18 mesi. Vengono valutate la sospensione delle rate di finanziamenti già esistenti. Attivo il numero telefonico per il servizio clienti

Generico 2018

L’emergenza Coronavirus sta avendo molte ripercussioni sul mondo economico. Una delle maggiori preoccupazioni manifestata in questa fase degli imprenditori è la mancanza di liquidità per far fronte ai vari impegni. Ubi Banca, per quelle imprese che dovrebbero avere bisogno di interventi urgenti a supporto del capitale circolante, data la situazione degli incassi in molti settori, ha deciso di offrire la possibilità di richiedere nuove linee di credito, con due modalità: linee di credito a breve termine, temporanee, con durata fino a 6 mesi o finanziamenti chirografari (non accompagnati da garanzia reale o personale) “per liquidità” con preammortamento fino a 6 mesi e durata massima 18 mesi.

Tale supporto deve fare riferimento ad esigenze connesse alla gestione del circolante per fronteggiare quindi, ad esempio, ritardi di pagamento da parte dei clienti dell’impresa dovuti alla situazione contingente in atto. In considerazione della situazione emergenziale, è possibile procedere alla sottoscrizione di contratti con la clientela, oltre alle consuete modalità in uso presso la rete degli sportelli, anche attraverso lo scambio reciproco (Ubi/Azienda) di documenti firmati e scannerizzati tramite rispettivamente PEC o UBI Box, superando quindi la necessità per il cliente di recarsi in filiale, modalità eccezionale di gestione che viene estesa anche alle eventuali richieste di informativa precontrattuale. Al cliente sarà fornita adeguata informativa sulla onerosità della sospensione.  La richiesta deve essere inviata tramite PEC alla filiale di riferimento, raccogliendo il set documentale (scannerizzato/fotografato) a cui farà seguito una successiva raccolta del contratto con firma in originale, alla prima occasione utile.

La Banca si rende inoltre disponibile a valutare altre richieste di sospensione delle rate di finanziamenti in essere per la durata di tre mesi, anche di controparti fuori dalla “zona rossa iniziale” che presentino comprovate necessità di dilazione dei pagamenti a causa dell’emergenza epidemica. Considerata l’emergenza fino a diversa comunicazione, i clienti che non possono raggiungere fisicamente la filiale potranno avanzare la richiesta di sospensione contattando il Servizio clienti al numero 800.500.200 (dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.00 e il sabato dalle 8.00 alle 20.00).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore