Whirlpool chiede la cassa integrazione per Covid 19

Il sindacato dei metalmeccanici (Fim, Fiom, Uilm): «È sempre più chiaro che il dramma sanitario sta innescando anche paurose ricadute economiche»

Sciopero Whirlpool

Le segreterie nazionali di Fim Fiom e Uilm e i vertici di Whirlpool hanno concordato per l’apertura della cassa integrazione speciale per Covid-19. Benché le attività produttive proseguano con l’adozione delle misure imposte dal protocollo fra governo e parti sociali, la cassa verrà aperta in tutto il gruppo poiché la situazione di emergenza potrà rendere necessarie chiusure parziali o totali in qualsiasi fabbrica o ufficio.

«È sempre più chiaro che il dramma sanitario sta innescando anche paurose ricadute economiche – scrive in una nota il sindacato dei metalmeccanici – come sindacato rinnoviamo l’appello alle istituzioni affinché sostengano lavoratori e imprese nello sforzo di coniugare sicurezza e lavoro, uno sforzo a ben vedere virale per continuare a portare avanti il nostro Paese in questo frangente così difficile».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore