“Alla Rsa Pariani i camici degli operatori fatti con i sacchi della spazzatura”

La Cgil di Novara denuncia la situazione della Rsa Pariani di Oleggio

Generico 2018

A denunciare la situazione della Rsa Pariani di Oleggio e la mancata protezione degli operatori, «costretti a procurarsi dei camici protettivi con i sacchi della spazzatura», è la Cgil di Novara, come riportato in un articolo de “La Stampa“.

Nelle case di riposo vivono in provincia di Novara circa 2500 anziani, molti dei quali non autosufficienti.

Quanto al percorso di ricognizione delle emergenze nelle case di riposo, il commissario dell’Asl di Novara per l’emergenza Covid-19, Gianfranco Zulian, ha fatto partire proprio dall’Opera Pia Curti di Borgomanero e dalla casa di riposo San Francesco di Novara l’esecuzione a tappeto dei tamponi. Si è poi intervenuti a Borgolavezzaro, a S. Stefano di Borgomanero, al Civico istituto De Pagave e alla Pia Casa Divina Provvidenza di Novara, a Pogno e Ghemme.

L’Asl si sarebbe, però, a detta della Cgil, dimenticata della Casa di riposo “Fondazione Pariani” di Oleggio, che ha ad oggi ottantotto ospiti. «La direzione, il comune e la nostra organizzazione  hanno segnalato all’Asl di Novara ed altre istituzioni l’aumento delle criticità nella casa di riposo. Il 26 marzo e il 3 aprile il sindaco di Oleggio, Andrea Baldassini, ha segnalato al Sisp di Novara un numero anomalo di decessi nella struttura e ha chiesto l’attivazione della sorveglianza sanitaria agli utenti ed al personale della struttura; ma qui ad oggi non è stato effettuato alcun tampone e la richiesta di maggiore quantità di Dpi da distribuire al personale non ha avuto seguito». E, rincarando la dose: «Al Pariani i camici sono stati fatti con i sacchi della spazzatura (e meno male che c’erano quelli). Ma deve avvenire una strage per far muovere le istituzioni sanitarie?».

 

di
Pubblicato il 11 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore