Il sondaggio del CNR per capire qualcosa di più sul Coronavirus: “Compilatelo e diffondetelo”

Un sondaggio di pochi minuti permetterà ai ricercatori di definire programmi di sorveglianza e intervento più efficaci contro il coronavirus. L'appello dei ricercatori: "Divulgatelo al maggior numero possibile di persone"

coronavirus foto generiche vario varie

L’Unità di Epidemiologia dell’Istituto di Tecnologie Biomediche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) sta conducendo un’indagine epidemiologica nazionale sull’infezione da Covid-19.

L’indagine ha lo scopo di raccogliere informazioni utili per stimare il numero di possibili infezioni da COVID-19 nella popolazione generale e determinare le possibili condizioni associate.

I risultati ottenuti da questa ricerca potranno fornire un contributo immediato per la definizione di programmi di sorveglianza e intervento da parte delle autorità sanitarie. “Per disporre di un campione maggiormente rappresentativo -spiegano dal CNR- le saremmo molto grati se potesse aiutarci a divulgare il questionario a familiari, conoscenti e amici di ogni fascia di età adulta (a partire dai 18 anni) ed eventualmente compilarlo al posto di coloro che sono impossibilitati a rispondere“.

Lo studio è realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Biomediche e Cliniche dell’Ospedale Sacco, Università degli Studi di Milano, diretto dal Prof. Massimo Galli, l’Istituto di Neuroscienze e l’Istituto di Fisiologia Clinica del CNR, e con le società scientifiche SIGG e SIMIT. Ha anche ricevuto l’approvazione del Comitato Etico dell’INMI Lazzaro Spallanzani IRCCS quale comitato etico unico nazionale ai sensi dell’art. 40 del decreto legge 08/04/2020 n. 23.

PER COMPILARE IL SONDAGGIO CLICCA QUI

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore