Gallarate ringrazia la Croce Rossa: “Sempre vicini alla popolazione”

Il Lions Club di Gallarate Seprio ha donato un sanificatore per i mezzi della Croce Rossa. Il comitato ha ricevuto altre due donazionI dal Gruppo Fiamme Gialle in Vespa e dalla società di noleggio camper Gest Camp

le donazioni alla croce rossa Gallarate dopo il Covid-19

Un sanificatore per i volontari della Croce Rossa Italiana di Gallarate. Il Lions Club Gallarate Seprio ha voluto così ringraziare la realtà gallaratese, «che ha fatto tanto per tutti noi in questo momento di emergenza causato dal Covid-19», spiega  il presidente dell’associazione Francesco Curpi. La consegna è avvenuta lunedì 22 giugno nella sede della Cri a Cedrate.

L’idea, avanzata dal vicepresidente e medico Domenico Coppola e appoggiata da tutti i membri dell’associazione, nasce dal desiderio di «essere al servizio, per una volta, alla Croce Rossa, che è sempre vicino alla popolazione».  «Un grazie è doveroso: il vostro riconoscimento testimonia quello che è il servizio alla persona che svolge Croce Rossa dalla sua fondazione», ha ringraziato la presidentessa di Cri, Monica Trotta. «Il sanificatore per noi è come oro, perché ci permette di sanificare i mezzi in tempi veloci, senza dover ricorrere ad aiuti esterni: ci avete reso autonomi». Trotta rivela che in tempo zero Cri non avrebbe potuto sostenere la spesa per il sanificatore.

In questi mesi i seicento  volontari hanno «rafforzato la loro presenza sul territorio, mettendo alla prova ciò che li ha spinti a scegliere l’uniforme che indossano»: adesso che il periodo di fuoco e di piena emergenza è passato – spiegano Trotta e i volontari – anche gli interventi per il Coronavirus sono diventati la normalità. Da marzo a maggio «i volontari non hanno bucato un turno», non sono venuti mai meno al loro dovere, anche se erano in pensiero per i due compagni contagiati (di cui uno, purtroppo, non ce l’ha fatta).

LE ALTRE DONAZIONI

Ci sono altre due realtà che hanno voluto ringraziare la Croce Rossa. In primis il Gruppo Fiamme in Vespa, che raccoglie intorno a sé carabinieri in servizio o in congedo appassionati della Vespa o simpatizzanti: «Durante la pandemia abbiamo raccolto, vendendo delle patch di stoffa a tema Coronavirus, 825 euro, che doniamo alla Cri per ringraziare tutti i volontari per quanto hanno fatto e stanno facendo in questo momento così delicato», racconta Claudio Ventimiglia, carabiniere in congedo nonché sindaco di Golasecca. Il gruppo conta circa una settantina di appassionati vespisti Varese e dalla fondazione (avvenuta nel 2017 su idea di Romeo Schiavone) ha partecipato a raduni nazionali e  internazionali a Genova, in Francia, in Ungheria e in Germania.

«In questa  situazione di emergenza – ringrazia Trotta – i contributi ci sono molto d’aiuto. All’inizio abbiamo utilizzato le nostre risorse e in tre mesi abbiamo speso circa 30mila euro». L’associazione, inoltre, in piena pandemia ha ricevuto 100mila euro dai cittadini di Gallarate, segno della riconoscenza e dell’aiuto reciproco tra associazioni e abitanti del territorio.

Il secondo “aiuto” arriva dalla famiglia Tresoldi e dalla loro società di noleggio camper, Gest Camp Camper 2 Go: «Abbiamo deciso di donare due voucher per due weekend da trascorrere in camper ai volontari che verranno estratti a sorte, in modo da ringraziarli dopo mesi di intenso lavoro – oltre al loro impegno quotidiano sul nostro territorio».

le donazioni alla croce rossa Gallarate dopo il Covid-19

La società ha già un ottimo rapporto con il comitato di Gallarate, dato che ospitano le due roulotte «che servono loro per le emergenze». «Abbiamo ritenuto giusto che nel periodo post Coronavirus i soccorritori abbiano la giusta ricompensa per una vacanza in camper», spiega la famiglia.  «In questi tre mesi i volontari – ringrazia la presidentessa – hanno coperto tutti i turni di Pasqua dei dipendenti e non succedeva da tre anni. Potranno così tirare un sospiro di sollievo».

«Noi associazioni siamo dei piccoli tasselli di un puzzle del nostro territorio, grazie per il sostegno e l’appoggio», ha concluso Trotta.

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 22 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore