Quasi 150 interventi in cento giorni: la rete di controllo Covid delle 7 USCA

Da quando sono state istituite nell'aprile scorso, le sette squadre attive in provincia hanno effettuato una media di 40 interventi al mese

Maschere riutilizzabili per proteggere medici di base, Usca e operatori sanitari

Sono 14 le consulenze che i medici delle USCA ( Unità speciali di continuità assistenziale) hanno effettuato in questa prima parte del mese di luglio. Di queste attività, 4 hanno richiesto la visita domiciliare.

I dati delle 7 squadre dislocate tra Varese, Busto Arsizio, Gallarate e Saronno risalenti allo scorso aprile, quando sono entrate in azione gradualmente, confermano l’importanza di queste squadre di medici impegni al fianco dei medici di medicina generale e di quelli di continuità assistenziale per assistere al domicilio i pazienti, soprattutto quelli sospetti “covid” per i quali è richiesta una particolare vestizione.

Il ritmo di lavoro è costante: ad aprile avevano effettuato 43 interventi , su indicazione del medico curante, saliti a 44 a maggio per poi scendere a 42 in giugno. Non si tratta, certamente, di casi differenti: è possibile che per un paziente si sia ricorsi a più visite domiciliari o telefonate di monitoraggio per verificare l’evoluzione della malattia.

In aprile sei casi sono stati poi ospedalizzati, in maggio 5 di cui tre con sospetto Covid, in giugno altri 5 di cui 3 con sospetto covid.

In questo mese di luglio, l’andamento delle uscite delle USCA conferma il trend di utilizzo da parte dei medici di medicina generale che le attivano  con un’email. I dottori si recano a casa del paziente per visitarlo e verificare che ci siano meno sintomi compatibili con la malattia del coronavirus, impostano la terapia e la seguono oppure optano per l’ospedalizzazione d’intesa con il medico curante.

di
Pubblicato il 09 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore