Il sole, il fiume azzurro e il verde: le spiagge sul Ticino

Da Sesto Calende a Turbigo, passando per Golasecca, Somma e Oleggio: il Parco del Ticino offre la possibilità di rilassarsi a contatto con una natura rigogliosa

La spiaggia di Oleggio sul fiume Ticino

Da Sesto Calende a Turbigo, passando per Golasecca, Castelnovate di Vizzola Ticino, Somma Lombardo, Tornavento di Lonate Pozzolo, Oleggio: sono tante le spiagge sul Ticino, il fiume azzurro che è anche uno scrigno di biodiversità.

Un articolo su Varesefocus, firmato da Alessandra Favaro, racconta le specificità di ogni spiaggia in provincia di Varese: luoghi piacevoli dove rilassarsi, ma anche immersi in una natura rigogliosa: lo trovate qui.

La spiaggia di Castelnovate sul Ticino

Con i suoi sassi bianchi, è una delle spiagge lungo il Ticino più scenografiche. È raggiungibile dalla superstrada di Malpensa uscendo aVizzola Ticino e seguendo poi in paese le indicazioni per Castelnovate, scendendo dal paese lungo i tornanti nel bosco fino alla sassaia bianca.

Le spiagge sul Ticino a Somma Lombardo: le più popolate

Una delle località più popolate in estate è lo spiaggione detto dai locali “Canottieri”, vicino alla località Porto della Torre, detta anche spiaggetta Manera e Ferrario, dai locali chiamata “Canottieri. In zona c’è un ristoro per pranzi, gelati e spuntini; di fianco, ma poco più lontano – una decina di minuti di piacevole passeggiata – c’è l’ostello del Panperduto.

Alla Maddalena di Somma Lombardo

La spiaggia del Fogatore è una delle più amate e popolose in estate e in ogni periodo dell’anno e l’area in cui è inserita è completamente rinnovata con un esempio di riconversione al turismo sostenibile. La zona infatti, già interessante anche dal punto di vista ambientale, lo è ora anche per la riqualificazione urbana. Nelle vicinanze, dove si parcheggiano le auto e dove un tempo c’erano edifici e fabbriche ormai in disuso, oggi ha sede un agriturismo con ristoranti e bistrot, un maneggio con i cavalli, un piccolo negozio di prodotti a chilometro zero, un’area bimbi. Da cui ci si può avventurare in diversi itinerari nel bosco, costeggiati da corsi d’acqua, parte dalle opere Villoresi (presa dei canali e diga detta del Panperduto). Nelle vicinanze, in una breve passeggiata si può osservare un’antica conca di navigazione oggi in disuso. Qui la vegetazione comprende farnia, robinia e specie tipiche delle zone umide, con il pioppo e il salice.

La spiaggia della Melissa tra Sesto Calende e Golasecca

È la spiaggia attrezzata sul Ticino, con lettini, ombrelloni, chiosco, docce e servizi igienici. Non manca niente per godersi sole e natura a pochi passi dai sentieri del Parco.

Spiagge “di confine” sul Ticino

A Lonate Pozzolo, al ponte che separa la regione Lombardia dalla regione Piemonte, in un’area conosciuta come La Castellana, una spiaggia permette alcune ore piacevoli sotto il sole in un ambiente rustico e pittoresco, tra canali e acque del fiume. Questa zona è perfetta per spuntini a chilometro zero: nelle vicinanze infatti si trovano alcuni ristoranti e chioschi per gustare pesciolini o rane fritte. Analoghe le spiagge sul lato piemontese, a Oleggio.

Altra spiaggia “di confine” è a Sesto Calende, frazione Lisanza. Qui il confine è nell’acqua, non fuori, visto che si tratta del punto in cui il lago Maggiore diventa fiume Ticino. La spiaggia è di sabbia, mentre le altre lungo il parco del Ticino sono in sassi e ciottoli. Il lido è attrezzato con lettini, ombrelloni, musica e anche un chiosco bar per gelati, bibite e aperitivi.

Le regole per rispettare le spiagge sul Ticino

Il Parco del Ticino ha stilato un vademecum per il visitatore consapevole, in modo da godersi le bellezze dell’area senza danneggiarla. Le regole sono: rispettare la natura, evitare rumori molesti, non lasciare rifiuti, non danneggiare le coltivazioni; non parcheggiare, campeggiare o accendere fuochi dove non è specificatamente concesso e indicato; non addentrarsi fuori sentiero se si organizza una passeggiata.
Il peggior nemico del bosco è il fuoco: prestare sempre attenzione e se si avvista un incendio non esitare ad avvisare gli organi di difesa del territorio (Corpo Forestale 1515 o Parco del Ticino, cell 333/4320874).
Se vedete degli animali, non avvicinatevi troppo, rischiate di spaventarli. Hanno paura anche dei cani, teneteli sotto controllo.
In estate, a parte i momenti in spiaggia, se vi addentrate nei sentieri, indossate maniche e pantaloni lunghi contro le punture di insetto e tenete a portata di mano un antizanzare.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 27 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore