Nato a Roma l’Osservatorio contro le discriminazioni nello sport

Il 31 luglio scorso siglato il protocollo d'intesa alla presenza anche del presidente nazionale Uisp, Vincenzo Manco. Ospite speciale l'azzurra paralimpica Beatrice Ion

Osservatorio Nazionale contro le discriminazioni nello sport

Il 31 luglio a Roma nella sede dell’UNAR-Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Largo Chigi 19, è stato siglato il protocollo d’intesa tra il direttore dell’Unar Triantafillos Loukarelis, il presidente della Uisp Vincenzo Manco ed il vice presidente dell’associazione Lunaria Duccio Zola, per la nascita dell’Osservatorio Nazionale contro le discriminazioni nello sport.

Presente anche in videoconferenza Beatrice Ion, atleta paralimpica della nazionale di basket femminile, aggredita nei giorni passati con minacce e insulti razzisti.
La nascita dell’Osservatorio rappresenta una novità anche in Europa, attualmente sprovvista di un organismo dotato di strumenti adeguati per monitorare e fornire un’analisi precisa sulle discriminazioni in ambito sportivo, in particolare su quello amatoriale e dilettantistico.

Ciò consente al nostro Paese di proporre strategie efficaci e all’avanguardia e attraverso un’attività di sensibilizzazione e formazione, promuovere soprattutto nei giovani, la cultura del rispetto e dell’inclusione, nonché la prevenzione e il contrasto di ogni tipo di violenza e di discriminazione nell’ambito sportivo.

di
Pubblicato il 04 Agosto 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore