400mila euro per far ripartire le scuole di Ferno

Approvato il Piano di diritto allo studio, comprensivo delle quote per i diversi istituti e asili e della quota per i bimbi con bisogni speciali

Ferno generica generiche

Approvato all’unanimità del Consiglio Comunale di Ferno il Piano dei Servizi Scolastici 2020/2021. I contenuti del Piano sono stati illustrati dall’Assessore alla Pubblica Istruzione, Sarah Foti, nella seduta consiliare del 22 settembre scorso. A favore delle scuole del territorio vengono stanziati più di 400 mila euro, distribuiti tra l’Istituto Comprensivo “Benedetto” Croce e le Scuole dell’Infanzia “Carlo Castiglioni” di Ferno e “Maria Purificatrice” di San Macario.

Un piano portato in consiglio in tempi record – sottolineano dall’amministrazione – malgrado tutte le difficoltà provocate dall’emergenza sanitaria in atto. «Ci siamo messi al lavoro già a fine marzo – spiega l’assessore Foti – e, nel mese di luglio, siamo riusciti a portare sul tavolo del Consiglio la prima parte del Piano, quella parziale per 238 mila euro, utile per la ripartenza dei servizi che, insieme alla scuola, abbiamo ritenuto essenziali, ovvero sostegno, psicopedagogia ed arredi. Settimana scorsa l’approvazione integrale e la definitiva consegna alle scuole».

Da sempre l’amministrazione Comunale di Ferno riserva alle scuole e ai suoi studenti una particolare attenzione. Il Piano del Diritto allo Studio è storicamente il fiore all’occhiello della comunità fernese sia nei contenuti sia nei tempi di approvazione. «Ma quest’anno – aggiunge l’Assessore Foti – ancora di più. Non c’era tempo da perdere. Lo dovevamo ai nostri studenti, alle loro famiglie ed agli insegnanti che, in pieno stato di emergenza e dopo mesi di didattica online, hanno svolto un lavoro straordinario per rimettere in piedi, in sicurezza, le nostre scuole».

Stilati ed adottati i protocolli di sicurezza, dal 14 settembre, infatti, le scuole fernesi, asili compresi, hanno ripreso il proprio percorso didattico in presenza e a pieno regime, garantendo il tempo pieno ed il servizio mensa a tutti gli studenti che ne hanno fatto richiesta, senza eccezioni di sorta. In tutto 545 gli studenti seduti ai banchi delle scuole di Ferno: 113 nelle scuole dell’infanzia, 265 alla scuola primaria e 167 alla secondaria di secondo grado.

In cifre, il Piano del Diritto allo Studio di Ferno ha visto l’assegnazione di 87 mila e 600 euro alla scuola primaria “Monsignor Bonetta”, 48 mila e 400 euro alla scuola secondaria di primo grado “Benedetto Croce”, 204 mila e 900 euro per i bambini iscritti alle scuole dell’infanzia e oltre 50 mila euro agli studenti fernesi con particolari necessità di sostegno, che studiano alle Superiori. Il Piano per i Servizi Scolastici è lo strumento con il quale l’Amministrazione Comunale favorisce il funzionamento delle proprie scuole attraverso un trasferimento di fondi volti in particolare a sostenere la prevenzione e la risposta al disagio, la consulenza psico-pedagogica, l’acquisto di materiali e attrezzature per la pratica della didattica, l’acquisto di materiali di pulizia e primo soccorso, arredi, attrezzature informatiche e attività di arricchimento dell’offerta formativa.

«La consapevolezza di essere riusciti anche quest’anno, malgrado tutto e con le sole forze del nostro bilancio, a coprire tutte le richieste pervenute dalle realtà scolastiche del territorio nel rispetto dei tempi è fonte di grande soddisfazione» commenta il sindaco Filippo Gesualdi, aggiungendo che «Ferno è questa, una comunità che investe e che dedica una forte attenzione alla scuola, il luogo dove per antonomasia si formano i nostri ragazzi, il loro futuro e, di conseguenza, il futuro della comunità stessa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore