Il calendario della Galleria Boragno si arricchisce di noir e psicologia

Dal 9 all'11 ottobre serie di presentazioni di libri che spaziano dal noir fantascentifico di Nicoletta Vallorani alla psicologia di Nicoletta Travaini

bustolibri.com galleria boragno

Il calendario di eventi culturali organizzati da Bustolibri.com nei suoi spazi di via Milano 4 a Busto Arsizio si arricchisce di altri tre appuntamenti in programma dal 9 all’11 ottobre. Di seguito il calendario completo, con una variazione nel programma dell’incontro di domani, martedì 29 settembre, organizzato dall’associazione Il Giardino di Athena con il dottor Stefano Manera, autore del libro “Morire durante la pandemia”, si terrà alle 21 presso il Centro olistico di via Ca’ Bianca 34/bis a Busto Arsizio e non più alla Galleria Boragno. I posti per assistere all’evento sono esauriti; potranno dunque accedere solo coloro che hanno già effettuato la prenotazione.

Venerdì 9 ottobre alle 18 si terrà alla Galleria Boragno il primo incontro della serie “È gradito l’abito noir”. Si tratta una rassegna dedicata alle varie sfumature del thriller, dal giallo storico e distopico ai “cold case”, ma con una caratteristica in comune: tutti i libri presentati sono opera di autrici donne. L’inaugurazione è affidata a Nicoletta Vallorani con il suo “Avrai i miei occhi”, libro edito da Zona 42 e selezionato per il Premio Campiello 2020: una storia a metà tra noir e fantascienza ambientata in un’inquietante Milano del futuro. I successivi appuntamenti sono in calendario giovedì 15, venerdì 23 e sabato 31 ottobre.

Sabato 10 ottobre alle 17.30 la Galleria Boragno ospiterà la presentazione del nuovo libro di Nicoletta Travaini, “Tutto tanto sempre”, edito da Rizzoli. L’autrice, psicologa clinica e psicoterapeuta, affronta con scientificità e competenza il tema della sensibilità, rispondendo alle più diffuse domande sull’argomento: “Perché alcune persone dicono ‘il mio difetto è che sono troppo sensibile’? Allora non sono sbagliata? Perché mi dicono che devo controllare le mie emozioni?”. L’obiettivo è presentare la sensibilità non più come un problema, ma come una risorsa sottovalutata o addirittura – come recita il sottotitolo del libro – un “superpotere”. L’incontro sarà introdotto dall’assessore alla Cultura della Città di Busto Arsizio, Manuela Maffioli.

Domenica 11 ottobre alle 17.30 alla Galleria Boragno si terrà la presentazione del libro “Questo fu l’anno” di Domenico D’Angelo, edito da Lupetti nella collana “Linguaggi virali”. Un romanzo dalle atmosfere noir che descrive “il momento in cui un’intera società di villaggio scoprì di aver perso l’innocenza e un poliziotto si accorse di non poterne parlare”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore