300 eventi e 16 testimonial per il mese della prevenzione del tumore al seno in Humanitas

L'emergenza sanitaria ha paralizzato il sistema della prevenzione degli screening. Ora si riparte e c'è bisogno della volontà delle donne di raccogliere l'opportunità

prevenzione tumore seno ottobre rosa

470.000 mammografie in meno a livello nazionale, un taglio alla prevenzione di circa il 50% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Sono numeri drammatici quelli legati agli screening mammografici bloccati a causa della pandemia. Uno stop che, stando all’andamento degli scorsi anni, si traduce in 2100 diagnosi precoci saltate e un ritardo di quasi tre mesi nel monitoraggio delle donne.

Sono numeri raccontati questa mattina dagli specialisti delle diverse Breast Unit di Humanitas, una rete che costituisce il primo polo di cura a livello italiano.

In occasione dell’avvio del mese della prevenzione del tumore al seno, il direttore della Breast dottor Corrado Tinterri ha presentato un ricco calendario di eventi e occasioni per ribadire l’importanza della prevenzione e, soprattutto, offrire oltre 300  appuntamenti dedicati alla prevenzione senologica che coinvolgeranno MilanoBergamo, Catania, Varese e Torino.

«Le epidemie sono malattie che spaventano – ha spiegato il direttore  – ma il tumore non si ferma: in Italia 60.000 casi, cioè una donna ogni 6/7, scopre di avere un tumore. Ecco perchè dobbiamo investire sempre più nella prevenzione e diagnosi precoce. Oggi la sopravvivenza a 5 anni è dell’87%, ma non basta. Vogliamo arrivare al 100% dopo 10 anni. Ora siamo ripartiti e andiamo a 120 all’ora».

Tanto impegno, sottolineano i medici di Humanitas, deve trovare, però, una volontà ferrea da parte della donne, a volersi bene, a prestare attenzione al proprio corpo, a non fermarsi davanti alle misure rigide dettate dal Covid per centrare l’obiettivo della propria salute.

Per essere più incisivo, il Care Center di Humanitas propone una mostra fotografica condivisa in tutte le sedi: 16 donne, che hanno affrontato e vinto il tumore, raccontano la propria storia mettendoci la faccia.

Tra le testimonial anche Delia, una Office Manager di Marnate, moglie di Luca e mamma di due splendide bambine che, a 33 anni, a seguito di un nodulo sospetto, scopre di essere affetta dalla  malformazione genetica BRCA1. Da qui l’inizio del suo viaggio. Accanto a lei in ogni passo l’amore della sua famiglia e la Breast Unit di Humanitas Mater Domini, punto di riferimento nel suo percorso cura. ( qui il racconto)

Sul sito sorrisinrete.it i podcast con le diverse storie, raccontate dalla voci narranti delle conduttrici televisive Stefania Pinna e Rajae, dalle conduttrici radiofoniche Annie Mazzola e Sara Calogiuri. E poi dalla ex velina Costanza Caracciolo, dalla ex miss Italia Giusy Buscemi e dall’attrice Sonia Bergamasco che racconta proprio di Delia.  

Nata da un’idea della fotografa Luisa Morniroli e della scrittrice Cristina Barberis Negra, la mostra sarà presente contemporaneamente negli ospedali di Rozzano, Milano, Bergamo, Torino, Castellanza e Catania.

Per tutto ottobre, le sciarpe rosa ideate da Caterina Spriano saranno in vendita su www.sorrisinrosa.it per sostenere i progetti di Ricerca oncologica al femminile di Humanitas. Sul portale saranno presenti anche gli eventi, le fotografie e tutti i racconti delle donne che sono state protagoniste del progetto fino ad oggi.

Consulti gratuiti e prevenzione via web
A partire da giovedì 1° ottobre e per tutto il mese, gli ospedali e i centri medici Humanitas danno il via al ‘Festival di Sorrisi in Rosa’, con oltre 300 appuntamenti dedicati alla prevenzione senologica che coinvolgeranno MilanoBergamo, Catania, Varese e Torino.

In Humanitas Mater Domini, gli appuntamenti dedicati saranno:
Giovedì 8 ottobre, dalle 19 alle 20: evento online dedicato all’autopalpazione

Una diretta Youtube, ma privata (su iscrizione), per imparare tutti i passaggi per eseguire correttamente l’autopalpazione e prendersi così cura della propria salute con semplici, ma importanti gesti. Guidano l’incontro le ostetriche Silvia Città e Samantha Galimberti. Il corso è aperto alle donne di qualsiasi età.

Prenotazioni online dal 2 ottobre: https://www.eventbrite.it/e/123043603731

Sabato 17 ottobre: SORRISI 4 UNIVERSITY
Consulti senologici gratuiti per le studentesse dell’Università LIUC – Carlo Cattaneo di Castellanza
Per sensibilizzare le nuove generazioni sull’importanza della prevenzione e promuovere stili di vita sani, il senologo Luciano Branchini dedicherà consulti gratuiti alle studentesse dell’Università LIUC di Castellanza. Un’iniziativa svolta con il supporto di Rotaract “La Malpensa” e Rotary Club “Castellanza”.  Prenotazioni tramite i canali dell’Università.

Sabato 24 ottobre: consulti senologici gratuiti
I controlli regolari sono alla base della prevenzione. In ambulatorio, i senologi Veronica Arlant e Claudio Andreoli. L’iniziativa è riservata a donne dai 35 anni in su, che non abbiano mai fatto una visita senologica o che non si controllano da più di un anno, come suggeriscono le Linee Guida delle principali società scientifiche nazionali e internazionali.
Prenotazioni online dal 2 ottobre: https://www.eventbrite.it/e/123048097171

di
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore