MalpensaFiere ospita la stagione indoor di gare di tiro con l’arco

Da questo fine settimana e per i successivi 11 a MalpensaFiere arrivano gli arcieri grazie al lavoro organizzativo di 15 società sportive del nord Italia

arcieri tiro con l'arco malpensafiere

Dall’ambito sanitario a quello sportivo, MalpensaFiere è polifunzionale e «salva la stagione arcieristica del nord Italia». È proprio qua, infatti, che si svolgerà a partire da oggi (sabato 10 ottobre) la gara di tiro con l’arco. Il calendario degli appuntamenti è stato presentato questa mattina alla stampa e si tratta di 24 gare dilazionate in 12 weekend consecutivi in cui si sfideranno gli arcieri tesserati alla FITArco e alle Federazioni estere. Saranno circa 130 gli atleti, provenienti da diverse regioni, a gareggiare per ogni giornata.

L’evento segna la piena ripartenza dell’attività del centro MalpensaFiere, una struttura polifunzionale di Busto Arsizio la cui proprietà è di Camera di Commercio, che la gestisce con la sua controllata Promovarese Spa. La carrellata di gare, che ospiterà i migliori atleti del tiro con l’arco nazionale, inizia questo fine settimana e continua per i successivi 11 weekend, accanto all’attività fieristica e a quella legata ai convegni. «Grazie all’accordo tra il comitato regionale lombardo della federazione di tiro con l’arco e la stessa Camera di Commercio, negli spazi di MalpensaFiere si svolgerà l’intera stagione indoor di questo sport» ha spiegato Valter Sinapi, delegato provinciale del Coni e figura di primo piano del mondo del tiro con l’arco dopo essere stato il fondatore della Compagnia Arcieri di Varese. «In vista anche delle Olimpiadi di Tokyo, spostate com’è noto al 2021 – ha continuato Sinapi ricordando la carenza di strutture sportive –, tutte le società della Lombardia, che rappresentano un quinto del movimento arcieristico italiano, potranno organizzare una o più gare con un bacino d’utenza che va ben oltre quello regionale e del Nord Ovest. MalpensaFiere rappresenta una soluzione perfetta al crollo delle disponibilità di strutture sportive con cui tutti dobbiamo fare i conti. Un progetto che diventa realtà e che era stato voluto e sostenuto con forza dal presidente lombardo, Marco Capelli, prematuramente e improvvisamente scomparso la scorsa settimana».

MalpensaFiere sarà dunque la struttura che da ottobre a gennaio raccoglierà i campioni di tiro con l’arco a livello nazionale e che si qualificheranno per il campionato di febbraio. L’obiettivo, oltre quello di offrire una struttura adeguata agli atleti, è di «far arrivare gente da fuori regione» hanno spiegato Valter Sinapi del Coni e Antonio Franzi responsabile dell’ufficio stampa della Camera di Commercio di Varese.  «15 società del nord Italia si sono messe in sinergia per fare MalpensaFiere la capitale del tiro con l’arco nazionale per la stagione invernale 2020/2021. Gli atleti potranno partecipare alla gara sia il sabato che la domenica usufruendo delle strutture ricettive del territorio (come hotel e ristoranti); è anche questo il focus di Camera di Commercio e in particolare del progetto Varese Sport Commission» ha concluso Antonio Franzi.

Ha tenuto a precisare gli obiettivi e a ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’evento Gianluigi Alberti, vicepresidente del comitato regionale di FITArco (Federazione Italiana di Tiro con l’Arco), momentaneamente a capo della Federazione, in attesa delle elezioni di gennaio: «siamo qua, insieme alle società che si sono unite, per vedere il sogno di Marco realizzato. È una possibilità per tutti gli arcieri di fare le gare indoor in tutta sicurezza. Nessuna polemica, ma una grande unione per realizzare il desiderio di Marco».

Gara Tiro arco MalpensaFiere Fitarco

Sono arrivati i complimenti per l’iniziativa anche dal presidente nazionale FITArco Mario Scarsella collegato alla conferenza in videochiamata. Scarsella, che è anche vicepresidente della Word Archery e presidente della Federazione Europea di Tiro con l’Arco, ha voluto ricordare il presidente Marco Capelli «come persona che pensava solamente al bene degli arcieri. Per cui bisogna andare avanti al di là della politica e dei problemi legati alla pandemia, per quella grande persona che ci ha lasciato». E ha poi ringraziato «tutti coloro che hanno collaborato e le istituzioni che hanno permesso questo evento a favore degli arcieri della Lombardia e zone limitrofe. Stiamo vivendo un brutto periodo, ma quando si parla di sport bisogna solo ringraziare e fare i complimenti».

«Faremo tutto il possibile per realizzare il sogno di Marco. Siamo fiduciosi che sarà un’ottima esperienza» ha affermato Roberto Ferrazzi, presidente dell’associazione sportiva Arcieri del Roccolo che darà il via alle gare indoor.

Non ci sarà alcun contatto tra atleti e pubblico: ci sarà una persona addetta che controllerà i distanziamenti; il pubblico, a cui è riservata la balconata, sarà distanziato e distante dagli atleti attraverso ingressi e uscite differenti.

Presente alla presentazione della gara anche Marco Maoloni consigliere regionale di FITArco e Elena Aletti ex compagna del presidente Marco Capelli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore