Bando di Regione Lombardia su “Economia Circolare”, approvato l’incremento di 1,2 milioni di Euro

Approvato l'incremento per il bando attuato da Unioncamere Lombardia, approvato nel dicembre scorso. Cattaneo: "Dare nuovo impulso a produzioni Green"

pirellone

La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore allo Sviluppo Economico, Alessandro Mattinzoli di concerto con l’assessore all’Ambiente, Raffaele Cattaneo, ha approvato un incremento di 1.231.150 di euro del   ‘Bando per l’Innovazione delle Filiere di Economia circolare in Lombardia – Fase 3’, attuato da Unioncamere Lombardia, approvato nel dicembre scorso.

Oltre a queste risorse, stanziati anche altri 72.000 euro sufficienti per finanziare parte delle spese correnti.

MATTINZOLI: FINANZIARE TUTTI I PROGETTI – “Le opportunità che questa misura offre sono tantissime. Sia per Regione Lombardia – osserva Alessandro Mattinzoli assessore allo Sviluppo Economico che per il mondo delle imprese, è chiarissimo quello che questa misura rappresenta”.

“Da parte nostra – ribadisce – c’è la ferma volontà di finanziare tutti quelli con i requisiti e di scorrere così la graduatoria”.

INTEGRALE COPERTURA SPESE IN CONTO CAPITALE – L’incremento è funzionale ad integrale copertura delle spese in conto capitale per i progetti ammessi, ma non finanziati e sempre per i progetti ammessi, ma solo parzialmente finanziati.

FILIERE LOMBARDE – Il bando è finalizzato a promuovere e riqualificare le filiere lombarde, la loro innovazione e il riposizionamento competitivo di interi comparti rispetto ai mercati in ottica di economia circolare ed e’ rivolto alle Micro Piccole e Medie Imprese aventi sede operativa in Lombardia al momento dell’erogazione, in forma singola o in aggregazione composta da almeno 3 imprese rappresentanti la filiera produttiva.

CATTANEO: VIA OBBLIGATA – “Il percorso verso l’economia circolare – sottolinea Raffele Cattaneo assessore all’Ambiente e Clima – è ormai una via obbligata per i territori e per le imprese ed è il fattore di sviluppo decisivo dei prossimi decenni”.

“Con il rifinanziamento di questa misura – continua – vogliamo proseguire nel sostegno alle imprese che adottano sistemi di produzione che individuano soluzioni alternative e concrete in tema di sostenibilità, come il riuso dei materiali, e vogliamo dare impulso alle produzioni green. C’è un grande percorso da fare che ha bisogno sia della creatività delle imprese sia del sostegno delle istituzioni. Nell’economia circolare la Lombardia vuole essere in prima linea”.

I PROGETTI – I progetti ammissibili riguardano i seguenti ambiti: l’ innovazione di prodotto e processo in tema di utilizzo efficiente delle risorse, riuso dei materiali e utilizzo di materiali riciclati; la progettazione e sperimentazione di modelli tecnologici integrati finalizzati al rafforzamento della filiera produttiva; la  sperimentazione e applicazione di strumenti per l’incremento della durata di vita dei prodotti ed Eco-design; e l’implementazione di strumenti e metodologie per l’uso razionale delle risorse naturali.

AGEVOLAZIONE – L’agevolazione viene concessa in regime ‘de minimis’ e consiste in un contributo a fondo perduto pari al 40% delle spese sostenute, fino ad un massimo concedibile di 80 mila euro, per un investimento minimo di 40 mila.

REALIZZAZIONI NEL 2021 – I progetti saranno realizzati entro 12 mesi dall’approvazione della graduatoria. L’erogazione del contributo ai beneficiari ammessi avverrà a seguito di rendicontazione delle spese ammissibili effettivamente sostenute. Lo stanziamento di risorse reso disponibile dalla CCIAA di Milano- Monza Brianza-Lodi viene utilizzato a copertura delle spese correnti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore