Cento vaccini per medico di famiglia fino a metà novembre: la denuncia di Astuti

Il consigliere regionale democratico rivela: nella circolare inviata ai medici di base si dice che le prime dosi del vaccino saranno disponibili solo dal 19 ottobre e saranno 30

vaccinazioni

Entro novembre solo 100 vaccini a medico di famiglia.  A lanciare l’allarme è il consigliere regionale del Pd, Samuele Astuti che spiega: «A pochi giorni dall’avvio della campagna  vaccinale antinfluenzale una circolare inviata ai medici di base rivela che le prime dosi del vaccino saranno disponibili solo dal 19 ottobre e saranno solo 30. Altre 20 arriveranno tra il 26 e il 31 ottobre e altre 50 dal 2 novembre in poi.  Solo da metà novembre si potranno prenotare altre dosi.  Cifre irrisorie  che non basteranno certo a coprire nemmeno le categorie alle quali la Regione ha dato la massima priorità: i pazienti fragili e gli over 65. Basti pensare che un medico di famiglia in Lombardia conta  in media quasi 1400 pazienti».

«L’ennesima dimostrazione – conclude Astuti – che in Lombardia la campagna vaccinale non partirà davvero fino a metà novembre e che comunque non basterà per tutti. Un ritardo imperdonabile   che rischia di mettere a rischio la salute di migliaia di cittadini.  Il sistema di vaccinazione, inoltre, macchinoso e complicato, rischia di   disincentivare i cittadini a chiedere di essere vaccinati. Più che una campagna vaccinale sembra una lotteria».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore