Coprifuoco, Regione e Governo vanno avanti: si attende l’ordinanza

Non ci saranno ritardi: Regione al lavoro per la pubblicazione delle norme che introducono nuove restrizioni per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus

palazzo lombardia

Non ci saranno ritardi: è attesa la pubblicazione della nuova ordinanza che Regione Lombardia di intesa con il Governo ha predisposto per introdurre nuove restrizioni per contrastare la diffusione del contagio da Coronavirus.

Le conferme arrivano dalla Regione dove viene ribadito l’incessante lavoro per la pubblicazione dei nuovi provvedimenti. Le norme saranno frutto delle proposte che, all’unanimità, i sindaci di tutti i Comuni capoluogo della Lombardia, il presidente dell’Anci, Mauro Guerra, i capigruppo di maggioranza e di opposizione e il governatore Attilio Fontana avevano anticipato lunedì sera.

Allora fu anticipata la volontà di introdurre lo stop di tutte le attività e degli spostamenti, ad esclusione dei casi “eccezionali” (motivi di salute, lavoro e comprovata necessità), nell’intera Lombardia dalle ore 23 alle 5 del mattino a partire da giovedì 22 ottobre. Insieme a questo saranno previste una serie di norme che regolano in particolare le aperture delle attività.

In Regione sono al lavoro sulla bozza per limare gli ultimi provvedimenti.

Indiscrezioni di stampa avevano parlato di un rallentamento nell’introduzione delle norme dovute all’interlocuzione con la Giunta Lombarda del leader leghista Matteo Salvini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore