Fiume-Rijeka, una città d’incontro e dialogo

Fiera della sua autonomia per secoli, al crocevia tra mondo tedesco, slavo e latino, tra il mare e le pianure danubiane. Sabato e domenica un convegno promosso dal Centro di ricerca sulle minoranze dell’Università Insubria,

Generica 2020

“Flumen-Fiume-Rijeka crocevia interculturale d’Europa” è il convegno internazionale organizzato dal Centro di ricerca sulle minoranze (Cerm) dell’Università dell’Insubria, con sede a Como, in collaborazione con l’University of Rijeka e la Società di studi fiumani.
L’evento si svolgerà in modalità telematica il 28 e 29 ottobre dalle 9 alle 18.

Spiega Paola Bocale, direttrice del Cerm e organizzatrice dell’evento con Elisa Bianco, Daniele Brigadoi Cologna e Lino Panzeri: «La posizione strategica e il porto hanno fatto per millenni di Fiume un luogo privilegiato di incontro e dialogo tra culture, tradizioni, religioni e popoli diversi. Nell’anno in cui la città è capitale europea della cultura il Cerm ha voluto organizzare un convegno dal carattere interdisciplinare che permettesse di esplorare e far conoscere meglio la storia di una città di importanza fondamentale nel Mediterraneo e nell’Europa centro-orientale».

Il programma è articolato in quattro sessioni: storica, storico-giuridica, linguistico-letteraria e storico-sociale. Insieme ai docenti dell’Insubria, molti relatori e moderatori di diverse provenienze: University of Rijeka, Università La Sapienza e Università degli Studi internazionali di Roma, Università di Padova, Università di Napoli Federico II, Università di Siena, Società di studi fiumani, Geschichte und region (Storia e regione), Osservatorio Balcani Caucaso Transeuropa.

Il convegno è aperto a tutti ed è accessibile attraverso questo link

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore