Varese News

Il sindaco di Busto Arsizio non vota il nuovo piano per Accam: “Irricevibile in questi termini”

Antonelli spiega perchè non ha votato l'atto di indirizzo che prevede un nuovo piano industriale per la società che gestisce l'inceneritore di Borsano: "Ho sempre votato a favore ma questa volta era impossibile"

emanuele antonelli

Spiegare cosa succede ad Accam e all’inceneritore di Busto Arsizio non è mai semplice e lo testimoniano i continui cambi di direzioni che l’assemblea dei soci ha praticato nell’ultimo anno per non parlare dei difficili e fragili equilibri politici che di volta in volta si formano e si sciolgono come neve al sole.

Ieri sera il sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli non ha partecipato al voto per il nuovo piano industriale di Accam che prevede tutta una serie di cambiamenti di assetti societari con l’ingresso di Amga e Agesp, la cessione del terreno di proprietà di Busto Arsizio e un nuovo spostamento della data di chiusura dell’impianto.

«Questo piano era irricevibile. Apprezzo lo sforzo fatto da tutti per trovare una soluzione ad una situazione difficile ma non è questo il modo. Nel piano si propone l’acquisto da parte della società del terreno senza che sia stata fatta una perizia per stabilirne il valore. Viene indicata una cifra che equivale al 12% delle azioni ma chi lo stabilisce? La soluzione proposta non è convincente anche perchè Agesp non sarebbe stata nemmeno avvisata di questa proposta. Ho sempre votato per le soluzioni proposte anche se non mi convincevano del tutto a livello personale (Antonelli preferirebbe l’ingresso di un privato puro e l’eliminazione della data di chiusura, ndr) ma questa volta non posso proprio farlo. Questa società sarà ingovernabile fino a quando i veti politici e ideologici dei sindaci continueranno a condizionare le scelte».

Dietro questa decisione c’è anche una questione di equilibri politici in maggioranza con la Lega che non vede di buon occhio ulteriori allungamenti della vita dell’inceneritore. Ora, però, dovrà portarlo comunque in consiglio comunale in quanto la maggioranza dei comuni soci lo ha approvato. A fine novembre nuovo passaggio in assemblea dei soci.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 15 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore