Varese News

Quattro anni fa moriva Alberto Caprioli, anima di Palkettostage

Nel 1985 è stato cofondatore della piccola sala teatrale. Un uomo che ha consacrato sé stesso al palcoscenico, in un crescendo di impegno e dedizione ripagati con una serie di meritati successi

Alberto Caprioli

Palkettostage ricorda Alberto Caprioli, scomparso 4 anni fa e oggi ricordato come un maestro da chiunque l’abbia conosciuto. Nel 1985 è stato cofondatore di Palkettostage e da allora Alberto ha consacrato sé stesso al palcoscenico, in un crescendo di impegno e dedizione ripagati con una serie di meritati successi.

Il teatro è stato la sua vita. Era orgoglioso di alzarsi alle quattro o alle cinque del mattino per andare a montare le scene, ogni giorno in una nuova città, in un nuovo teatro… pronto ad affrontare l’ennesima sfida in cui era fiero di trovare soluzioni a problemi per tutti altrimenti irrisolvibili.

A lui è stato dedicato Spazioteatro di via Galvani, piccola sala teatrale oltre che laboratorio scenografico e officina creativa, in cui Alberto che adorava la scenotecnica, si esprimeva al meglio. Un leader capace, instancabile e appassionato. Nel teatro non cercava applausi e onori.

Preferiva stare dietro le quinte, là dove poteva svolgere un ruolo da protagonista invisibile, a contatto con i tecnici e gli artisti che lo stimavano per la competenza e ne cercavano l’amicizia, incapaci di provare per lui altro sentimento se non volergli bene. E se c’era qualche problema, come ce ne sono sempre in una compagnia, bastavano due parole, un sorriso, una pacca sulla spalla ed era tutto finito.

Una vita che si è spenta il 21 ottobre 2016, in modo inaspettato ed improvviso nel foyer di un teatro, lasciando un vuoto incolmabile. Ennesimo segno del destino che l’aveva legato a questa nobile arte. Di lui resta a chi l’ha
conosciuto un profondo ricordo e una grande nostalgia unita al rimpianto che sorge sempre quando vengono a mancare uomini di così infinita bontà e capacità.

Fino all’anno scorso in sua memoria è stata donata una borsa di studio a tre giovani allievi del Liceo Artistico Statale “Paolo Candiani”, cosa che verrà rinnovata l’anno prossimo appena si tornerà alla normalità del lavoro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore