Racchette e disabilità, il Wheelchair Tennis Tour fa tappa a Gallarate

Al Tennis Club quattro giorni di torneo nazionale, con 35 atleti in carrozzina che vengono da tutta Italia. Un grande evento di sport e inclusione

Generica 2020

Dal 15 al 18 ottobre il Tennis Club Gallarate ospiterà sui suoi campi in terra rossa e per il terzo anno consecutivo una tappa del torneo di tennis in carrozzina del circuito Lab 3.11. Quattro giorni – da giovedì alle finali di domenica mattina – che vedranno impegnati atleti provenienti da tutta Italia.

«Sono molto orgogliosa di questa terza edizione, è stato molto impegnativo arrivare qui» ha detto la vicepresidente del Tennis Club Luisa Parasacchi.  «Abbiamo cominciato due anni fa con il torneo Master e quest’anno abbiamo avuto oltre ogni aspettativa: 35 giocatori da Sardegna, Trentino-Alto Adige, Umbria, Sicilia, Toscana, oltre che dlle Regioni più vicine».

Tra gli iscritti anche Luca Spano, gallaratese,   tra i primi 15 della classifica italiana. «Un onore e un privilegio, vivo a Gallarate e quest’anno sono molto felice di partecipare». Spano ha anche sottolineato l’alto numero di iscritti, segno di un evento già consolidato dopo tre anni.

«È stata una scommessa organizzare questo torneo e soprattutto garantire il montepremi di duemila euro». Ezio Terreni, delegato provinciale e consigliere regionale della Federazione ha sottolineato il grande valore del torneo, in una regione «che è tra quelle a livello nazionale si stanno impegnando maggiormente nel tennis in carrozzina».

Due le categorie in gara , Open e Quad, giudice-arbitro sarà Roberto Conconi.  Tra gli iscritti i vincitori dello scorso anno Bruno Carlucci per il singolare maschile ed in doppio insieme al compagno di squadra Rinaldini Andrea, i giovani atleti Nicola Astori di Bergamo, neo campione italiano Juniores, e Francesco Felici di Assisi, che per la prima volta si cimenteranno in un torneo di questo livello.

Per il torneo di quest’anno è stata creata una maglietta originale, con la scritta “I’m not an hero, I’m just a tennis player: beat me!”. «Se non siete degli eroi, siete di certo degli esempi» ha aggiunto però il tecnico nazionale Giovanni Catizone, che ha annunciato anche «una sorpresa che emozionerà, fatta col cuore».

Generica 2020

Alla conferenza al Tennis Club di Largo Prinetti Castelletti è arrivato anche il saluto del sindaco di Gallarate Andrea Cassani, che da appassionato di tennis ricorda già dalla scorsa edizione «una competizione che mi ha stupito per la qualità del gioco». L’assessore allo sport Claudia Mazzetti ha sottolineato anche il coinvolgimento di «tante realtà diverse della città che lavorano in rete», dagli sponsor allo stesso Tennis Club, a Auser Insieme che assicurerà i trasferimenti degli atleti con i suoi mezzi attrezzati.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 13 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore