Varato il decreto ristoro: “Aiuti a bar, ristoranti e palestre e ai lavoratori dello spettacolo e del turismo”

Si tratta di un provvedimento da 5 miliardi di euro pensato per sostenere e dare un immediato aiuto alle categorie economiche interessate dalle misure restrittive del nuovo DPCM

giuseppe conte

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato il varo del nuovo decreto “ristoro” da 5 miliardi di euro pensato per sostenere e dare un immediato aiuto alle categorie economiche interessate dalle misure restrittive del nuovo DPCM.

«Ci abbiamo lavorato parallelamente alla stesura delle misure appena introdotte ma lo abbiamo firmato non appena avuto la certezza che ci fossero le coperture economiche per garantirlo» ha spiegato il premier prima di annunciare i primi provvedimenti di sostegno a fondo perduto.

«I contributi a fondo perduto arriveranno direttamente sul conto corrente delle categorie interessate con bonifico dell’agenzia delle entrate – ha preannunciato Conte -. Arriveranno in automatico nei prossimi giorni e confidiamo che già a metà novembre chi aveva già aderito alla prima edizione dei contributi a fondo perduto previsti dal decreto rilancio potrà riceverlo».

Il premier ha fatto anche alcuni esempi sulle tipologie di ristoro: «ad esempio un piccolo bar che con il decreto rilancio aveva ottenuto 2mila euro ora potrà ottenere 3mila. Un grande ristorante che aveva ricevuto 13mila euro potrà ottenerne 26mila euro e una piccola palestra che avrà ricevuto 2mila euro potrà ottenere 4mila euro».

Oltre ai contributi a fondo perduto Conte ha anticipato una serie di altri provvedimenti: «Ci sarà un credito d’imposta per gli affitti commerciali, l’esenzione della seconda rata IMU in scadenza il 16 dicembre relativa ad alcuni mesi e indennità specifiche per i lavoratori dello spettacolo e del turismo pari a mille euro ciascuno».

La conferenza stampa in diretta

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore