Varese News

I “No Accam” esultano dopo lo stop del sindaco di Legnano al salvataggio: “Atto di coraggio”

Il comitato intravede l'apertura di uno spiraglio che porti alla chiusura dell'inceneritore e a nuovi modelli di gestione e smaltimento dei rifiuti: "Non ci illudiamo ma parole di Radice importanti"

accam

Le parole del sindaco di Legnano Lorenzo Radice, che di fatto sospendono il piano industriale lanciato da Amga per salvare Accam e l’inceneritore, accendono le speranze del comitato No Accam di Borsano che chiede l’immediato spegnimento dell’impianto bustese.

«Siamo stati ascoltati – scrive Emanuele Fiore, portavoce del comitato, in una nota – Non tutti purtroppo, ma alcuni determinanti incontri che noi del comitato spontanelo abbiamo caparbiamente voluto ed attuato, hanno ottenuto il
primo importante obiettivo: Legnano dice no al piano AMGA». Qui l’articolo di Legnanonews su quanto dichiarato da Radice in consiglio comunale a Legnano.

Il comitato definisce «un atto di coraggio, quello del Sindaco Radice e dei legnanesi, che dovrebbe generare una profonda riflessione almeno in quelle componenti politiche bustocche che spesso ci sono apparse più frastornate che informate tanto da apparire tiepidamente indecise. Serve coraggio» è l’esortazione che il comitato sembra voler rivolgere al sindaco di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli.

«Serve coraggio per mettere finalmente fine, anche ingloriosamente, all’inceneritore di borsano così vecchio da apparire surreale, per dire basta una gestione totalmente fallimentare da apparire incredibile, per ricordarsi che il primo dovere degli, amministratori e garantire la salute e la qualità, della vita dei loro cittadini, per sbattere finalmente la porta in faccia a tutte le possibilità del malaffare di impadronirsi di una cosa pubblica».

Concludono Fiore e i suoi: «Ma non c’illudiamo, la battaglia è appena cominciata! Nuove sfide ci aspettano, da combattere
come è nel nostro stile: col dialogo, l’informazione, la denuncia! A tal proposito, informiamo che abbiamo recentemente aperto una pagina ed un gruppo facebook. In una sola settimana, hanno riscosso talmente successo da confermare, semmai ce
ne fosse stato bisogno, che l’interesse della gente è molto alto. Ma non basta: abbiamo già individuato e programmato numerose altre iniziative che ci vedranno impegnati nelle prossime settimane».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 16 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore