Troppi contagi, il sindaco di Busto Arsizio chiude una scuola primaria

La scuola Ada Negri rimarrà chiusa dal 13 al 28 novembre quando ormai 12 classi su 19 erano in isolamento. Alle Pascoli genitori preoccupati ma il dirigente tranquillizza

giardino di tutti ada negri

La situazione delle scuole di Busto Arsizio è seria anche se lo sforzo unitario di dirigenti scolastici e assessore all’Istruzione è quello di mantenere le scuole aperte. Di fronte all’evidenza, però, una scelta va fatta e nelle situazioni più difficili si è scelto di intervenire in maniera radicale.

CHIUSA LA SCUOLA PRIMARIA ADA NEGRI

Alle scuole Ada Negri, infatti, si è optato per la chiusura della scuola quando ormai 12 classi su 19 risultavano in isolamento fiduciario. La notizia è di oggi pomeriggio (giovedì) e la comunica lo stesso assessore Farioli al telefono dopo una giornata di consultazioni frenetiche con tutte le parti in causa: «Abbiamo previsto un intervento di sanificazione industriale per la scuola – spiega l’assessore -. Non volevamo arrivare alla chiusura ma in questa situazione ci è sembrata la scelta più giusta».

La nota del Comune conferma. Resterà chiusa per 14 giorni, da domani, 13 novembre, a sabato 28 novembre, la scuola primaria Ada Negri: il provvedimento, assunto oggi dal sindaco Emanuele Antonelli, si è reso necessario per limitare e contenere il propagarsi dei contagi da Covid 19 e consentire interventi straordinari di igienizzazione e sanificazione.

Nella scuola nei giorni scorsi si è registrato un preoccupante incremento di casi di positività accertata da COVID-19 che hanno interessato sia il personale che gli alunni e determinato la messa in quarantena di ben 12 classi su 19: oggi ATS Insubria ha
comunicato all’Amministrazione comunale, che monitora costantemente e con attenzione l’evolversi della situazione in tutte le scuole cittadine, la necessità di provvedere sia alla sospensione temporanea delle attività didattiche in presenza per una durata di 14 giorni, sia alla sanificazione degli ambienti della struttura di piazza Giovanni XXIII.

ALLA PRIMARIA PASCOLI MANCANO GLI INSEGNANTI

La situazione è difficile ma non drammatica anche alle scuole Pascoli dove mancano numerosi insegnanti e un gruppo di genitori ha chiesto di seguire la stessa strada delle Ada Negri, chiudere per resettare tutto e ripartire tra due settimane con più insegnanti: «Sappiamo che il dirigente Lo Piccolo ha fatto il possibile per garantire le sostituzioni degli insegnanti, addirittura pubblicando un annuncio su facebook ma senza risultati. Intanto l’orario scolastico si riduce sempre di più e le poche insegnanti rimaste che fanno la spola tra una classe e l’altra per tenerli tranquilli ma senza poter andare avanti con la didattica» – ci segnala un gruppo di genitori.

Qui il dirigente Benedetto Lo Piccolo prova a smorzare le preoccupazioni ma ammette che in quella scuola non sono arrrivati gli insegnanti covid, quelli che avrebbero dovuto rafforzare gli organici laddove erano state aumentate le sezioni per creare le cosiddette bolle ma sottolinea anche che «alle Pascoli il contagio non avviene all’interno della scuola. Da lunedì la situazione migliorerà col rientro di alcune insegnanti che sono state in isolamento fiduciario. Nel nostro istituto (I.C. De Amicis), su 850 studenti sono solo due le classi in isolamento fiduciario. Chiedo ai genitori, che si sono sempre comportati correttamente così come i loro figli, di stare tranquilli perchè la scuola è sicura».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 12 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore