Gli esami per le cinture di karate? A Busto Arsizio si fanno via Zoom

Il CSK Busto Arsizio non si ferma: la creatività e la tecnologia per portare lo sport a tutti, dai 4 ai 76 anni. Ne parla Paolo Busacca, anima del club bustocco

Gli anni difficili come questo 2020 hanno un pregio: spingere le persone ad essere creative. Per superare i limiti imposti da una situazione decisamente avversa al mondo dello sport di base, sono tante le asd Uisp che si sono ingegnate pur di restare vicine ai loro associati. Una di queste è il Centro Studi Karate Busto Arsizio, che fin dall’inizio non si è lasciata troppo abbattere, e come ultima iniziativa ha pensato addirittura a fare gli esami on line per i passaggi di cintura dei propri associati di Karate. Tutti, dai 4 a 76 anni.

«La nostra attività non si è mai fermata del tutto – dice Paolo Busacca, anima dell’associazione – durante il primo lockdown ci siamo arrangiati con Whatsapp: mandavamo i filmati con gli esercizi da fare a casa e i nostri associati ci mandavano a loro volta i video con l’esecuzione». Un meccanismo un po’ complesso, ma è servito comunque a tenere uniti e attivi i dieci gruppi di karate e i tre di ginnastica dolce legati al CSKBA.

Con il procedere dei mesi, le misure si sono allentate, e l’asd bustese ha potuto tornare in palestra o nei parchi cittadini: «Ci siamo ritrovati, ovviamente nel pieno rispetto delle regole, e siamo riusciti a portare avanti le nostre attività quasi come prima – continua Busacca – l’unico gruppo con cui non siamo riusciti a continuare è stato quello della ginnastica a domicilio: troppo alto il rischio di infettare senza volerlo qualcuno dei nostri anziani. Ma gli altri gruppi hanno tenuto».

Dopo un’estate dedicata all’ormai tradizionale centro estivo multisport (sempre adattato alle nuove regole imposte dalla pandemia), a settembre il ritorno ufficiale in palestra, ma con un nuovo lockdown nell’aria. Così gli operatori del CSKBA si sono preparati, ed ecco le lezioni via Zoom.
«Partecipano tutti: dai piccoli di quattro anni fino al gruppo Evergreen, dove la decana è Gabriella, una signora di 76 anni che ha già conquistato la cintura nera” racconta Busacca. Non è stato facile passare alla palestra totalmente virtuale: “Con alcuni associati abbiamo anche fatto un minimo di assistenza informatica – spiega Busacca – difficoltà di connessione, o semplicemente la difficoltà di capire come funziona la piattaforma, aprire e chiudere il microfono… Non è stato facile ma, in pieno spirito Uisp, l’importante era non lasciare indietro nessuno».

E così le lezioni di karate sono andate avanti durante tutto l’autunno e, in vista del Natale, Busacca e compagni hanno deciso che non è il caso di farsi intimorire dalle distanze: «Adattando le prove alla situazione, faremo via Zoom gli esami per le cinture. Dalle arancioni ai dan successivi delle nere, tutti potranno fare i katà in diretta on line, e anche qualche forma di combattimento senza compagno». Mancano pochi giorni, e i dieci gruppi si stanno allenando a ritmo serrato: perché il karate non si ferma, nemmeno per la pandemia.

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli su VareseNews

di
Pubblicato il 09 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore