Openjobmetis, arriva il test più duro: contro Milano rientra De Vico

Domenica 6 dicembre (17,30) la squadra di Bulleri ospita l'AX Exchange reduce dal doppio impegno di Eurolega. L'ala biancorossa torna disponibile. Il coach varesino predica "umiltà e sfrontatezza"

Supercoppa: Openjobmetis Varese - EA7 Milano 77-110

Varese non perde da quasi un mese, Milano invece è caduta ierlaltro in casa, e sfidiamo chiunque a dire il contrario. Si potrebbe avvicinarsi con questo escamotage al derby numero 182 tra le due biancorosse lombarde, in programma domenica 6 dicembre (17,30) alla Enerxenia Arena con una favorita d’obbligo che – ahinoi – è la squadra reduce da un recente KO. Già perché l’AX Exchange, che è scivolata con il Panathinaikos in Eurolega, è ancora senza sconfitte sul territorio nazionale: percorso netto in Supercoppa sino alla vittoria in finale contro la Segafredo, nove successi su nove in Serie A dove fino a oggi solo Brindisi ha tenuto il passo di Datome e compagni.

Una potenza di fuoco notevole anche per gli standard europei – l’Olimpia è in zona playoff – che la Openjobmetis dovrà provare a contrastare con le armi a propria disposizione, e ci piacerebbe che tra queste ci fosse l’entusiasmo dopo le due vittorie contro Roma e Trento (l’ultimo KO di cui sopra risale all’8 novembre a Pesaro, ma va detto che settimana scorsa non si è giocato per dare spazio alle nazionali) che hanno raddrizzato la classifica varesina. Entusiasmo accoppiato a grinta, perché ogni partita va disputata con tutta la forza possibile, specie se si tratta di un derby che – alla faccia del budget astronomico dei milanesi – fa sempre ribollire il sangue di chi ha Varese nel cuore.

Ecco: se una sconfitta è altamente probabile, viste le forze in campo, ci piacerebbe però vedere una Openjobmetis dura, cattiva, spigolosa, a costo di far arrabbiare gli avversari e subire ancora di più la loro preponderanza fisica e tecnica. Insomma, non vorremmo rivedere la partita di andata in Supercoppa che Varese perdette senza neppure provare a giocare, venendo ugualmente sommersa da 33 punti di scarto.

Bulleri – uno degli ex di turno insieme a Scola – ritroverà almeno una freccia al proprio arco, Niccolò De Vico, assente dalla 4a di campionato dopo un ottimo avvio di stagione. Una presenza importante sia per garantire una bocca da fuoco sul perimetro (così da alleggerire un po’ la pressione su Douglas) sia per puntellare il reparto ali. E chissà che in quel ruolo Andersson non sia tornato rinfrancato dall’esperienza in nazionale con la Svezia e soprattutto dai 22 punti segnati alla Croazia. Foto in alto: De Vico contro Datome in Supercoppa

Chi non sarà della partita è invece capitan Ferrero, sempre alle prese con il fastidioso infortunio alla pianta del piede che resta in lento miglioramento. Troppo lento però per rivedere in campo Giancarlo e la sua capacità di dare la scossa alla squadra nei momenti meno facili. E Milano? Beh, arriva da due turni di Eurolega in pochi giorni e altrettanti ne ha all’orizzonte: Messina dovrà dosare le forze ma ha a disposizione tali e tanti campioni che gli consentono di ammortizzare anche i tanti impegni in ambito continentale. Mancherà Rodriguez, per un problema muscolare, ma fin dal gruppo italiano (Datome e Brooks, Moretti e Cinciarini, Biligha e Moraschini) lascia pochi spazi alla fantasia e alle speranze. Se poi innestiamo il plotone di stranieri – Delaney, Shields, Hines, LeDay, Punter, Micov, Tarczewski, Roll – il divario sulla carta diventa incolmabile. Ma si gioca sempre in cinque per volta, con un solo pallone.

COACH TO COACH

Massimo Bulleri (Openjobmetis Varese) – «Arriviamo da una settimana di lavoro ben fatto: sono contento di quanto siamo riusciti a preparare fino a oggi sul parquet, anche con il rientro di De Vico, mentre nella settimana precedente eravamo in pochi (per via delle nazionali ndr) e abbiamo lavorato di più sulla parte atletica. Ora affrontiamo Milano che è sicuramente la squadra più quotata d’Italia ed è costruita per arrivare in fondo a ogni competizione a cui partecipa: è una partita ancor più che difficile, ci confronteremo col valore dell’avversario e poi faremo i conti alla fine. Proviamo a giocare le nostre carte con grande sfrontatezza, umiltà e audacia».

La domanda di VareseNews: “Come si pone un allenatore esordiente di fronte a Messina, riconosciuto come il miglior tecnico italiano in circolazione? «Con Ettore ho un rapporto che dura da tanti anni, fatto di stima per l’uomo e rispetto per quanto mi ha trasmesso quando mi ha allenato. Lo considero un punto di riferimento sia per me sia per tutti quelli che fanno il nostro mestiere in Italia e all’estero. Parliamo del Gotha degli allenatori italiani, europei e chi più ne ha più ne metta».

Ettore Messina (AX Exchange Milano) – «Rivediamo con grande piacere Massimo Bulleri e Luis Scola, due persone alle quali siamo profondamente affezionati. Per noi la gara arriva in un momento delicato perché non siamo contenti della prestazione di giovedì con il Panathinaikos. Sarà importante, fermare o limitare la transizione offensiva di Varese e ovviamente cercare di contenere Scola che è il perno di questa squadra, senza dimenticare che, a partire da Toney Douglas, hanno giocatori che hanno grande facilità nel segnare da tre».

DIRETTAVN

La partita di Masnago sarà raccontata azione dopo azione dalle 17,00 circa di domenica nel nostro liveblog interattivo che ogni settimana vi porta all’interno dei palasport italiani. Il live è a disposizione da venerdì con notizie, curiosità, statistiche e con il sondaggio-pronostico pre-partita. Per intervenire si può scrivere nello spazio commenti o usare l’hashtag #direttavn su Twitter o Instagram. Per collegarsi al live invece, è sufficiente CLICCARE QUI.

CLASSIFICA (dopo 9 giornate): Milano 18; Brindisi 16; V. Bologna*, Pesaro*, Venezia* 10; Reggio Emilia**, Sassari*, VARESE, Trento 8; Treviso**, Cantù** 6; Trieste****, Cremona***, Roma, Brescia 4; F. Bologna* 2.
NB: ogni * una partita in meno

“Canestri di storia” su Instagram: Varese – Milano

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 05 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore