Veicolo “fantasma” sequestrato dalla Locale di Castano Primo

L'auto risultava formalmente già radiata perché intestata a un prestanome, ma era in circolazione. Scattano maximulta e denuncia

Castano Primo Turbigo Castanese

Un altro veicolo intestato ad una “testa di legno” sequestrato dalla Polizia Locale di Castano Primo, denunciata per ricettazione la conducente castanese

Lo scorso pomeriggio è stato fermato dagli agenti del Comando di Polizia locale di Castano Primo un autoveicolo risultato essere già radiato per cancellazione d’ufficio dal Pubblico Registro Automobilistico perché intestato in maniera fittizia a prestanome.

Gli operatori allertati dal sistema di controllo elettronico, individuavano il mezzo in transito nel centro urbano. Nel procedere al fermo hanno trovato alla guida una donna italiana, residente proprio a Castano Primo, alla quale dopo la contestazione della violazione di cui all’articolo 94 bis c.3 del Codice della Strada che prevede una sanzione fino a 1694,00 euro veniva quale sanzione accessoria sequestrata l’auto in oggetto ai fini della confisca.

Notano la Polizia Locale di Castano Primo e abbandonano il veicolo intestato a un prestanome

Gli agenti hanno portato la conducente al Comando dove, dopo gli atti di rito, è stata denunciata per il reato di ricettazione ai sensi dell’art. 648 del Codice Penale, reato punito con la reclusione da due a otto anni e con la multa da euro 516 a 10.329.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore