Varese News

I progetti per il 2021 dell’Associazione “Enrico dell’Acqua”

Nel nuovo anno l'associazione bustocca punta a rilanciare il “Progetto di Educazione Sanitaria” e la la ristampa del saggio che Luigi Einaudi ha dedicato al pioniere dell’esportazione italiana: “Un Principe Mercante”

statua enrico dell'acqua busto arsizio

2021: riparte anche l’Associazione Enrico Dell’Acqua, nonostante la pandemia condizioni realtà e prospettive e in particolare il terzo settore imperniato su relazionalità e socialità. Solo una netta inversione di tendenza può delineare un futuro meno incerto soprattutto nel controverso un mondo scolastico dove i giovani tra i 15 e i 24 anni che non lavorano né studiano, hanno raggiunto il 20,7% nel 2020.

Motivazioni che hanno sollecitato l’Associazione bustocca a rilanciare il “Progetto di Educazione Sanitaria” finalizzato (dal 2016) a sensibilizzare le giovani generazioni su problematiche potenzialmente destabilizzanti e che incidono sullo sviluppo psicofisico, come ha sottolineato l’equipe medica attiva negli Istituti comprensivi di Busto Arsizio, Castellanza, Gallarate e Valle Olona.

L’iniziativa è propedeutica al secondo corso “Formare per Informare”, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Territoriale di Varese, riservato ai Docenti e programmato nei quattro giovedì del prossimo Febbraio nel Liceo classico della nostra città.

Il bimestrale “Busto Domani” riporterà ampi redazionali dell’importante evento che coinvolgerà genitori e studenti con adeguati approfondimenti e confronti.

Inoltre, per valorizzare le straordinarie intuizioni di Enrico Dell’Acqua, l’Associazione ha previsto la ristampa – in 15.000 copie – del mirabile saggio che Luigi Einaudi ha dedicato al bustocco pioniere dell’esportazione italiana: “Un Principe Mercante”.

Sarà distribuito agli Istituti aderenti al Progetto sanitario anche per rilanciare – con altre mirate iniziative didattiche e promozionali – quell’alternanza scuola-lavoro, passaggio determinante per lo sviluppo socio-economico del territorio. Inoltre, la pubblicazione sarà diffusa attraverso le Camere di Commercio Italiane all’estero e le Agenzie dell’Istituto Commercio Estero (ICE) per contribuire a riaffermare il valore dell’export Made in Italy.

In calendario, nel 110° anniversario della scomparsa di Dell’Acqua, una cerimonia di premiazione – in collaborazione con Enti Istituzionali pubblici e privati (Covid permettendo) – di quindici aziende di Busto Arsizio e zona che hanno superato il prestigioso traguardo centenario di operatività con l’export ai vertici del fatturato.

Inoltre l’associazione sta lavorando – se non mancherà il sostegno economico delle Istituzioni pubbliche – al censimento dei “Dell’Acqua in Italia”: una dinastia protagonista in importanti comparti sociali ed economici. Un progetto per “fare rete” ed esaltare le grandi intuizioni di Dell’Acqua che ha aperto all’Italia nel secolo scorso le vie del commercio internazionale.

«Un impegno non solo organizzativo notevolissimo, ma ricco di prospettive per i giovani e per il territorio dove l’innovativa azione – ha sottolineato il Presidente Sergio Colombo – può consentire lo sviluppo di relazioni industriali di elevato valore per la comunità».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore