Varese News

Il professore che ha salvato i libri di Marisa Ferrario Denna: “Erano finiti nei mercatini dell’usato”

Quattromila degli 11 mila volumi da lei collezionati in vita sono stati recuperati dal professor Pecchini che li donerà alla biblioteca cittadina per creare un fondo dedicato alla grande poetessa: "Diventerà patrimonio comune"

Busto Arsizio non ha mai dimenticato la sua poetessa Marisa Ferrario Denna e ora le dedica un ciclo di incontri ma anche uno spazio all’interno della biblioteca che ospiterà 4 mila degli 11 mila volumi della sua biblioteca personale.

La storia di questi libri è stata raccontata a margine della presentazione del ciclo di incontri da Emanuele Tosi di Nomos Edizioni, la casa editrice per la quale la poetessa bustocca ha curato una collana di volumi e ha dato alle stampe la sua ultima raccolta di poesie.

«La biblioteca personale di Marisa Ferrario Denna è finita in gran parte nei mercatini dell’usato – racconta – ma qualcuno si è messo d’impegno per salvare il salvabile e questa persona è il professor Antonio Maria Pecchini si è messo a cercarli per riunirli. In particolare ha recuperato i libri di poesia e le riviste, materiale che doneremo alla biblioteca che lo catalogherà e formerà un fondo dedicato alla poetessa che sarà disponibile per tutta la rete bibliotecaria».

Generica 2020
a destra nella foto il professor Pecchini, a sinistra Emanuele Tosi e al centro l’assessore alla Cultura Manuela Maffioli

Il professor Pecchini, legato a Marisa Ferrario Denna da un’amicizia particolare e da un legame di parentela, si è commosso nel raccontare questo lavoro di salvataggio: «La sua biblioteca conteneva 11 mila libri. Gran parte sono stati dispersi nei mercatini dell’usato. Ho cercato di recuperare il possibile per l’amicizia è la parentela che ci legava.

Anche la direttrice della biblioteca Claudia Fusani ha voluto commentare questa importante acquisizione: «Per me è un onore accogliere questo patrimonio. Quando saremo pronto il catalogo verrà messo in rete. Nel frattempo ricaveremo uno spazio fisico dedicato a lei».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 27 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore