Varese News

Approvata la variante al piano delle opere pubbliche per il Borri: “Ora avanti col bando di rigenerazione”

Grazie all'approvazione avvenuta ieri sarà possibile, per l'amministrazione comunale, partecipare al bando di rigenerazione urbana del Governo con la speranza di attrarre risorse per trasformare l'ex-calzaturificio

Nel consiglio comunale di ieri sera è stata votata e approvata una variazione al piano triennale delle opere pubbliche della città di Busto Arsizio per adeguare la voce che riguarda il recupero dell’ex-calzaturificio Borri alle specifiche richieste dal bando del Governo sulla rigenerazione urbana.

L’area di proprietà comunale dagli anni ’90 è al centro di un progetto di recupero multifunzionale che prevede la realizzazione di un auditorium, di un complesso residenziale a fini sociali e uffici comunali.

Qui il progetto di rigenerazione nel dettaglio

Rigenerazione urbana a Busto Arsizio, i 5 progetti di rinascita nel centro

Particolare soddisfazione manifestano Forza Italia e il gruppo di Idee in Comune per l’approvazione in consiglio dell’emendamento che consentirà nei prossimi giorni all’Amministrazione Comunale di partecipare al bando ministeriale sulla rigenerazione urbana.

Francesca Tallarida ( Forza Italia ) e Paolo Genoni ( Noi con l’Italia – Idee in Comune ) sottolineano la convinta proposta di cui si sono fatti attori come forze consiliari e politiche. Sottolineano soprattutto la «strategica valenza come naturale completamento del progetto di rivitalizzazione del comparto Nord già vincitore del finanziamento regionale per quanto concerne l’area dell’ex Macello. Area già prevista nel più ampio studio del Politecnico e per cui l’ipotizzata ristrutturazione prevede prevalentemente aree per formazione di qualità ( ITS), socializzazione, inclusione, coworking ,alto supporto per digitalizzazione, Start up ecc.».

La speranza per l’ex-oratorio di Sacconago

Se possibile, ancor maggiore convinzione, Farioli e i capigruppo la ripongono nella sfida per la ristrutturazione della Casa Azimonti di Sacconago (ex-oratorio): «L’ideale e tempestiva conseguenza di quanto già approvato nel Consiglio scorso come riqualificazione delle pertinenze dell’ area con realizzazione di verde attrezzati, parcheggi , area feste , servizi e supporto associazioni . Positivo il giudizio anche sul metodo che dà risposta tempestiva alle proposte ed agli stimoli giunti dalle forze di minoranza e aprono un percorso di consapevole dibattito e partecipazione col coinvolgimento di tutte le forze vive della comunità Sinaghina».

Come chiesto da alcuni consiglieri di opposizione «la definizione più puntuale non può che scaturire da un serio coinvolgimento di tutte le forze economiche, sociali e culturali della comunità Sinaghina. Si tratta per dirla con le parole di Paolo Genoni del cuore pulsante di un’area in prossimità delle piazze storiche e che merita una attenta valutazione delle esigenze e opportunità , a cominciare da presidi sanitari, culturali, sociali e aggregativi. Forza Italia e Idee in Comune sono state determinate e determinanti per questa svolta. Le stesse forze di Centro si faranno garanti di un un dibattito partecipato e col più ampio coinvolgimento sin dalle prossime settimane».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 21 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore